menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, studenti fuori sede. L'Udu: "Votare? Difficoltà eccessive"

Gli studenti devono tornare nel comune di residenza. Ma fino al 25 febbraio ci sono gli appelli degli esami. "Dovrebbero poter decidere se votare nel proprio comune di residenza o in quello di domicilio"

"L'UdU Parma -si legge in una nota- condivide e sostiene l'appello lanciato da alcuni studenti fuori sede dell'Università di Parma che denunciano le eccessive difficoltà che dovranno affrontare per esercitare il loro diritto-dovere costituzionale di voto: quello di esprimere il proprio voto alle prossime elezioni politiche. Infatti gli studenti fuori sede, per poter votare, dovranno necessariamente tornare al proprio comune di residenza, con viaggi da sostenere al massimo durante il fine settimana visto che siamo in periodo di esami e che alcuni appelli sono stati programmati anche per lunedì 25 febbraio, secondo giorno utile per votare.

Ma più del fattore organizzativo, superabile con un certo sforzo, ci preme sottolineare il valore politico del voto fuori sede. L'UdU sostiene da tempo che sia necessario permettere agli studenti fuori sede di poter decidere se votare nel proprio comune di residenza o in quello di domicilio in quanto persone che partecipano attivamente alla vita sociale ed economica della città in cui stanno svolgendo i propri studi, ma purtroppo gli ultimi governi si sono dimostrati sordi a queste richieste, come sordo si è dimostrato il governo Monti sulla richiesta da parte degli studenti attualmente in Erasmus di poter partecipare al voto.

Per quanto riguarda il viaggio, le persone che si sposteranno in treno per poter votare avranno diritto a prezzi agevolati sui biglietti di andata e ritorno di treni Trenitalia: -sconto del 60% su treni regionali; sconto del 70% sul prezzo base previsto per tutti i treni del servizio nazionale (Eurostar Italia, alta velocità Frecciarossa e Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, Intercity notte ed Espressi. Le riduzioni sono applicabili per la seconda classe e saranno validi nei dieci giorni prima del voto e nei dieci giorni successivi.

I biglietti saranno nominali e per il viaggio di andata sarà necessario compilare un modulo specifico disponibile nelle biglietterie di Trenitalia e basterà avere un documento di identità valido da mostrare al personale del treno, mentre per il viaggio di ritorno sarà necessario portare con sè anche la tessera elettorale regolarmente vidimata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento