Fedez a Capodanno per 250 mila euro? Eramo: "Per ballare insieme non servono tutti quei soldi"

"Ci sono delle priorità, per esempio il sociale: per il 31 dicembre il Comune avrebbe potuto scegliere artisti locali e non spendere quella cifra"

Il consigliere comunale Pier Paolo Eramo critica la scelta del Comune di Parma di invitare Fedez per il concerto di Capodanno e di stanziare, anche se in via precauzionale come precisato dall'assessore alla Cultura Michele Guerra, la cifra di 250 mila euro. "Credo che il punto sia di capire dove le risorse del Comune siano meglio spese: probabilmente per divertirsi e per ballare, insieme e ascoltare buona musica non è necessario stanziare una cifra del genere e, tra l'altro, si potrebbero anche promuovere artisti del territorio che magari non sono conosciuti a livello internazionale ma possono essere sostenuti nella loro attività. Ci viene detto constantemente che ci sono dei problemai perchè la spesa sociale in aumento e la situazione della povertà è critica: in questo caso per forza di cose bisogna fare una scala delle priorità. Questo non vuol dire che non si possa ballare e divertirsi ma la questione delle priorità è fondamentale". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento