menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festival Verdi, Maestri: “Pronti ad approvare la legge in commissione, ma l’ostruzionismo 5Stelle rischia di bloccare tutto”

"Ancora una volta i 5Stelle dimostrano non solo di non aver alcun interesse per la nostra città ma, a questo punto, il disinteresse colpisce l’intero sistema culturale italiano"

“La legge che stanzia un milione di euro all’anno per sostenere il Festival Verdi rischia di saltare per l’ostruzionismo dei Cinque stelle”. A sostenerlo è la deputata del Partito democratico Patrizia Maestri dopo che i deputati del Movimento 5 Stelle hanno respinto la richiesta della presidente della Commissione Cultura della Camera, Flavia Nardelli, di approvare la proposta di legge sul finanziamento al Festival di Parma e Busseto, già approvata dal Senato, domani in sede legislativa in Commissione, senza bisogno del voto dell’Aula. Un iter accelerato, quindi, che però necessita del consenso unanime dei Gruppi Parlamentari. “Ancora una volta i 5Stelle dimostrano non solo di non aver alcun interesse per la nostra città ma, a questo punto, il disinteresse colpisce l’intero sistema culturale italiano. Definire ‘localistica’ la norma per in finanziamento strutturale al Teatro Regio e al Festival Verdi è falso è ignorante”.

La deputata Maestri è la prima firmataria della proposta di legge alla Camera, sottoscritta anche dal deputato Giuseppe Romanini e analoga a quella già approvata dal Senato, a prima firma del senatore Giorgio Pagliari, e oggi era presente in Commissione Cultura all’avvio della discussione. “Nonostante la situazione politica non sia semplice – dice - da parte del Pd c’è la ferma volontà di approvare definitivamente questa legge che la nostra città attende da molti anni”. La parlamentare parmigiana continuerà a lavorare per arrivare all’approvazione diretta in Commissione cultura nei prossimi giorni ma, se così non fosse, l’unica strada percorribile sarebbe il passaggio in aula. “E’ chiaro – dice Maestri - che a quel punto i tempi della crisi di governo mettono veramente a rischio il risultato finale la possibilità che salti la legge è reale. Spero veramente che non sarà così e faremo di tutto perché non succeda. Nel qual caso chi, in questi anni, ha sabotato quotidianamente il nostro lavoro parlamentare a suon di bufale e retorica spicciola, ne risponderà direttamente di fronte ai parmigiani e agli italiani”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 84 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Parma potrebbe passare in zona gialla dal 26 aprile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento