furto alla coop di colorno

Sempre più frequenti i furti nei supermercati.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

L’episodio accaduto pochi giorni fa presso i parcheggi del supermercato Coop, ai danni di un’anziana signora che per aver dimenticato di chiudere l’auto mentre riportava il carrello vuoto della spesa al suo posto, si è vista sottrarre la borsa con documenti e pochi euro e l’intera spesa; si va ad aggiungere alla destrezza di due donne che facevano la spesa gratis al supermercato lidl. Non siamo in grado di valutare il perchè questi episodi avvengano sempre più frequentemente. Forse la crisi degli ultimi anni o forse perchè si è predisposti a farlo. Fatto sta che il taccheggio continua a crescere secondo i dati nazionali, infatti si registra una crescita record del 7,8 per cento dei furti nei supermercati che superano il valore di 3 miliardi in Italia, e la maggior parte degli autori sono di origine straniera. Giorni fa sono stato contattato, ad episodio appena avvenuto, dalla figlia della signora derubata alla coop. La stessa dopo aver riconosciuto il lavoro e l’impegno che AMO COLORNO sta mettendo sul territorio, mi ha raccontato con molto turbamento tutta la vicenda. Mi ha informato della disperazione della mamma, non tanto per il furto subito, quanto per “il sentirsi in colpa di aver lasciato l’auto aperta”. Dopo queste parole ho garantito alla figlia che mi sarei dato da fare con il gruppo AMO COLORNO. Ho contattato la signora rasserenandola, perchè la nostra libertà non può essere lesa a causa di una dimenticanza e ho preso l’onere di proporre alla figlia della signora, la quale ho visto molto legata al paese, seppur non più residente a Colorno, un ruolo nel coordinamento cittadino di AMO COLORNO, e siamo in attesa di sapere se vorrà accettare. Nel contempo l’unica se possiamo chiamarla “nota positiva” è che non vi sono stati episodi di aggressione fisica. Ne abbiamo sentite tante. Di anziane sbattute in terra per pochi euro, o di cittadini aggrediti a calci e pugni per delle “briciole”. Speriamo che il governo nazionale riesca a porre un freno in primis agli sbarchi, perchè l’immigrazione selvaggia non giova al paese e se non si è in grado di garantire una seria ospitalità perchè in famiglia c’è già chi sta soffrendo la fame; non bisognerebbe farlo. Non garantire una vita dignitosa, spesso porta a delinquere e di ulteriore delinquenza non abbiamo bisogno. Nicola Scillitani Coordinatore cittadino AMO COLORNO

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento