Ghiretti: “Ubaldi e Bernazzoli sono due facce della stessa medaglia”

Roberto Ghiretti, candidato sindaco di Parma Unita, interviene per illustrare la sua idea di città, che “ha bisogno di rinnovamento e di normalità: rinnovamento nelle persone, normalità nelle opere"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“La candidatura di Ubaldi è purtroppo un salto nel passato: bastano le sue prime parole per capirlo. Parma invece deve voltare pagina. Oggi i parmigiani hanno aperto gli occhi e vedono i risultati di una città progettata senza misura, fuori scala, senza soppesare costi e benefici, indebitando la collettività e costruendo cemento senza servizi. Quel modello di città è finito per sempre. Un modello con tanto di nomi e cognomi: la città cantiere voluta da Elvio Ubaldi, proseguita dal suo delfino Pietro Vignali, e in cui la Provincia di Vincenzo Bernazzoli non è certo rimasta alla finestra a guardare”.

Roberto Ghiretti, candidato sindaco di Parma Unita, interviene per illustrare la sua idea di città, che “ha bisogno di rinnovamento e di normalità: rinnovamento nelle persone, normalità nelle opere. Il modello ‘Megalo-city’ è fallito, travolto da debiti e insostenibilità progettuale e sociale: è la città dei quartieri nati senza servizi e senza strade, dei 15 milioni di euro sprecati per la metropolitana, della moltiplicazione di Stu e aree Spip, del proliferare di nuovi centri commerciali che distruggono il commercio tradizionale, la città del consumo di suolo e dell'aria inquinata”.

“Dietro tutto questo discorso io vedo un'idea vecchia di politica – sottolinea Ghiretti -: l'idea che più spendo più taglio nastri, più costruisco, più faccio debiti, più sono bravo. È un'idea completamente sorpassata, non solo di politica, ma di sviluppo.

Noi proponiamo un modello radicalmente diverso – aggiunge Ghiretti -.Il nostro progetto politico, Parma Unita, nasce per unire città e cittadini. Con loro vogliamo ricostruire un tessuto armonico mettendo al centro gli interessi dei cittadini, uno sviluppo economico equilibrato e una rinnovata solidarietà sociale.

Ci vuole un governo tecnico, ma votato dai cittadini. Perciò sceglierò gli assessori non in base alla tessera di questo o quel partito ma solo ed esclusivamente per competenza. Ubaldi e Bernazzoli rappresentano due facce della stessa medaglia: sono la vecchia politica di destra e sinistra, i professionisti delle poltrone, delle scelte calate dall’alto. Per noi, in alto, ci sono i cittadini”.

Torna su
ParmaToday è in caricamento