Giornata della Memoria. Maestri: “Ricordare le atrocità del passato per costruire un futuro di pace”

"Gli anticorpi antifascisti e antinazisti sembrerebbero perdere di vigore soprattutto tra i giovani"

“Secondo alcune rilevazioni demoscopiche gli anticorpi antifascisti e antinazisti sembrerebbero perdere di vigore soprattutto tra i giovani e le spinte e le simpatie verso queste ideologie amplierebbero la propria capacità di presa. Sono rivelazioni che non possono che destare preoccupazione e sulle quali soprattutto in occasione della Giornata della Memoria è necessario riflettere. Il 27 gennaio infatti non possiamo limitarci soltanto a ricordare il momento in cui vennero abbattuti i cancelli del campo di sterminio di Auschwitz: alla doverosa Memoria deve necessariamente seguire un impegno forte di tutta la comunità democratica per contrasto ad ogni deriva autoritaria, antisemita e negazionista”.

“Ho visitato il campo di sterminio di Auschwitz e in questi anni ho avuto in più occasioni l’opportunità di ascoltare il racconto dei sopravvissuti. Esperienze forti che mi hanno fatto riflettere sull’atrocità di un’azione criminale che non ha pari nella storia dell’umanità” – ha ricordato Patrizia Maestri – “la recente nomina a senatrice a vita di Liliana Segre, sopravvissuta allo sterminio, è stata per questo un’iniziativa di grande valore di cui dobbiamo essere grati al Presidente della Repubblica. La sua presenza fisica nelle istituzioni sarà da monito per non dimenticare mai quello che è stato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione: ecco quando ci si può spostare da un comune all'altro per fare spesa

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento