menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata contro l'omofobia, il Pci: "Impegnati da sempre contro le discriminazioni"

Nella lista a sostegno del candidato sindaco persone di diverso orientamento sessuale: "Ettore Manno ha ricevuto minacce per aver portato avanti la battaglia per il Registro delle Unioni Civili"

In occasione della Giornata Internazinale contro l'Omofobia, la Bifobia e la Transfobia il Partito Comunista Italia prende posizione, ribadendo l'impegno, anche in occasione delle Elezioni Comunali dell'11 giugno: tra i candidati della lista a sostegno di Ettore Manno infatti ci sono persone di diversi orientamenti sessuali. 

"Il 17 maggio del 1990 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) rimosse definitivamente l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali. Perciò questa data è stata dedicata alla lotta contro omofobia, bifobia e transfobia. Anche a Parma si sono verificate aggressioni omofobe e transfobiche negli ultimi anni: da quella fisica ad un ragazzo gay a Noceto a quelle verbali, in più occasioni, nel 2012 davanti al Teatro Regio, nella chiesa di Sala Baganza, in un bar di via Imbriani. La Federazione di Parma del Partito Comunista Italiano ricorda il proprio continuo impegno su questo importante tema e per i diritti di tutti e tutte. Il nostro candidato sindaco Ettore Manno, nel suo ruolo di consigliere comunale, ha portato avanti la battaglia per l'approvazione della delibera per la costituzione del registro delle Unioni Civili, oltre che altre iniziative istituzionali sul tema. In conseguenza del suo lavoro politico ha ricevuto lettere anomine di insulti e minacce. Diverse iniziative pubbliche hanno visto tutto il nostro Partito rapportarsi con le associazioni del mondo LGBTQI, come i presidi contro le Sentinelle in Piedi e la grande manifestazione Svegliaitalia dello scorso anno, con una continua attenzione al tema che va ben oltre i riflettori di questi giorni. Tale attenzione non è venuta meno in campagna elettorale, portando ad includere nella nostra lista persone di diversi orientamenti sessuali, né verrà meno dopo l’11 Giugno quale che sia il risultato delle urne". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 73enne ha un malore dopo il vaccino Pfizer

  • Attualità

    Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento