Regionali: Giovanni Marani avvia una raccolta firme per l'Alta Velocità a Parma

L'iniziativa del candidato con la lista 'Bonaccini Presidente'

E' iniziata la raccolta firme a sostegno della fermata per l’Alta velocità a Parma di Giovanni Marani e Nicoletta Paci candidati a Consiglieri Regionali nella Lista “Bonaccini Presidente” in quota Italia in Comune. E’ stata lanciata una petizione su change.org e una raccolta firme presso i banchetti dei candidati per consegnare quante più possibili richieste al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Giovanni Marani afferma che Ci impegniamo chiedendo al Ministero delle Infrastrutture, in sinergia con Trenitalia, una fermata per l’alta velocità nei pressi del polo fieristico di Parma. L’obiettivo è raccogliere il maggior numero di firme da presentare in tempi rapidi alla Ministra De Micheli. Il passo importante che, dallo scorso dicembre, ha portato nuove fermate ad alta velocità tra Milano e Parma deve infatti rappresentare un punto di partenza: Parma può ambire a essere In polo di transito dell’alta velocità in completa sinergia con la Mediopadana. Una fermata dell’alta velocità nel polo fieristico significa per Parma e provincia più sviluppo, più crescita del territorio, maggiore attenzione sul piano nazionale. Per questo già da oggi chiediamo ai parmigiani e ai parmensi di unire i loro sforzi ai nostri facendoci tutti promotori di questo obiettivo: garantire a Parma più fermate dell’alta velocità. Facciamoci ascoltare dal governo, innanzitutto come cittadini. Aspettiamo tutti i cittadini afirmare per questo importante obiettivo. Per una Parma più veloce, che sappia correre ovunque.”

Il testo della petizione

Ill.mo Sig. Ministro,

Come cittadini di Parma, abbiamo accolto con piacere l'arrivo dei nuovi treni ad alta velocità ETR 700 Frecciargento nella stazione della nostra città. Pensiamo però che questo risultato, pur essendo un passo avanti, sia insufficiente per l’importanza che ricopre il territorio, il quale esprime, ogni giorno di più, eccellenze dal punto di vista produttivo, culturale, fieristico, turistico e sociale. Un territorio, il nostro, con una forte identità e attento alle esigenze dei suoi cittadini, capace di generare sviluppo e benessere e che nel 2020 sarà Capitale Italiana della Cultura. Chiediamo con forza che vengano affrontate al più presto, dal Suo Ministero e da Trenitalia, quelle criticità tecniche ed infrastrutturali che oggi non permettono l'incremento delle corse dei treni ad alta velocità a Parma, valutando l’ipotesi della realizzazione di una nuova fermata per l’alta velocità nei pressi del polo fieristico cittadino, collocazione ideale che permetterebbe una migliore accessibilità ai numerosi eventi fieristici ed un facile collegamento con la città e con i territori vicini. La nostra proposta non vuole penalizzare la stazione Mediopadana di Reggio Emilia, ma intende lavorare in sinergia, accogliendo alternativamente nelle due stazioni la sempre crescente offerta di nuovi convogli che Trenitalia sta pianificando e mettendo in campo. Confidando che valuti positivamente la nostra richiesta, Le auguriamo buon lavoro.

I cittadini di Parma

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Viola il coprifuoco per andare a trovare la fidanzata: giovane multato per 400 euro

Torna su
ParmaToday è in caricamento