Giudice di pace. Proposta Pd: 50mila euro dalla Regione per finanziare gli uffici nei Comuni

Dei quindici uffici attivi in Emilia-Romagna sono cinque quelli che avranno diritto al contributo

Progetto di legge targato Partito democratico per finanziare le spese di funzionamento degli uffici del Giudice di pace ospitati in sedi comunali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un’iniziativa per assicurare, a seguito delle disposizioni ministeriali del 2016 sulla materia, un sostegno ai Comuni che ospitano questo tipo di strutture: dei quindici uffici attivi in Emilia-Romagna sono cinque quelli che avranno diritto al contributo. L’Assemblea legislativa regionale, con l’approvazione del bilancio di previsione regionale, ha programmato l’erogazione di 50mila euro per il 2019. L’entità del contributo non potrà però superare la misura massima del 30% rispetto alla spesa sostenuta dal Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un furgone e sbalzato contro una moto: ciclista 45enne gravissimo

  • A Parma il primo impianto dello stimolatore capace di interrompere i segnali di dolore al cervello

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Coronavirus, è il giorno 'zero': né decessi, né contagi

  • Tragedia in Appennino: trovato morto escursionista 55enne parmigiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento