rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Politica

Imbrattata la sede del Partito Democratico: scritte no-vax e Bonaccini nel mirino

Il messaggio di solidarietà di Federico Pizzarotti: "Vandalizzare una sede di partito rimanda il pensiero a momenti drammatici della storia, oltreché essere un'azione di totale inciviltà"

Scritte con vernice rossa hanno imbrattato la sede del Pd a Parma. Preso di mira anche il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, al quale è stato dato del "boia nazista". Tra i messaggi campeggia anche "Il vax uccide". E' arrivato prontamente il messaggio di solidarietà di Federico Pizzarotti, che con un post su Facebook ha fatto pervenire la sua vicinanza al Pardito democratico e ai suoi iscritti. Un gesto che il sindaco definisce un "ignobile atto vandalico ad opera di persone che non si rendono conto di quel che scrivono e, soprattutto, di quanto grave e minatorio sia il loro gesto. Vandalizzare una sede di partito rimanda il pensiero a momenti drammatici della storia, oltreché essere un'azione di totale inciviltà. Ma non solo: scrivere che il vaccino uccide, ed esserne pure convinti, è di una ignoranza e di una gravità abissali a fronte dei dati, oggettivi, che affermano l'esatto opposto. Nonostante questo grave atto - conclude Pizzarotti - Parma è e resterà una città civile e consapevole: i dati affermano che la stragrande maggioranza dei parmigiani si è vaccinata, questo mi conforta e rasserena. Solidarietà a tutta la comunità del Partito Democratico". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imbrattata la sede del Partito Democratico: scritte no-vax e Bonaccini nel mirino

ParmaToday è in caricamento