menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inceneritore, Zilli: "Clamorosa sconfitta di Pizzarotti"

La segretaria dell'Idv critica le parole del sindaco "Non si fanno sole battaglie che si è sicuri di vincere". "Per le prossime battaglie suggerisco al primo cittadino di controllare quali armi ha disposizione"

"Dopo la clamorosa sconfitta nella crociata contro l'inceneritore, le parole del sindaco Pizzarotti ("Non si fanno sole battaglie che si è sicuri di vincere") suonano alquanto stonate". A dichiararlo è la segretaria provinciale dell'Italia dei Valori Paola Zilli, che prosegue: "Per le prossime battaglie suggerisco al primo cittadino di controllare quali armi ha disposizione, perché quello contro l'impianto di Ugozzolo e sui temi dell'ambiente costituiva l'argomento chiave su cui i Cinque Stelle avevano incentrato la campagna elettorale e grazie al quale hanno registrato una vittoria inattesa dai più".

"Vista la memoria corta, ricordo al Sindaco che in più di un'occasione, lui e, ancora più di lui, Grillo avevano ribadito che l'inceneritore non sarebbe partito, ma sarebbe semplicemente bastato leggere le delibere approvate per capire la situazione e magari adottare un po' più di onestà intellettuale nei confronti dei cittadini. Le delibere circa il termovalorizzatore, infatti, parlavano molto chiaro, così come parlavano chiaro quelle riguardanti il centro commerciale Decathlon, una struttura di 9mila metri quadrati, la cui approvazione, a detta dei Cinque Stelle "era inevitabile", causa "penali troppo alte e delibere approvate dalla precedente amministrazione". "Tornando all'inceneritore, - ribadisce la Zilli-  uno dei leitmotiv della campagna elettorale è stato quello delle alternative all'impianto, alternative di cui, dopo un anno di amministrazione, non si è più sentito parlare. Che non ci credessero nemmeno loro?"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento