Debiti, Iotti replica al Pdl: “Pagheremo più tasse per colpa vostra”

“Capisco l’imbarazzo del candidato Pdl Gianluca Armellini nel cercare di difendere i disastri dei suoi colleghi di partito: l’amara verità dei debiti e delle deficienze di bilancio è quella che ho raccontato, se ne faccia una ragione”.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“Capisco l’imbarazzo del candidato Pdl Gianluca Armellini nel cercare di difendere i disastri dei suoi colleghi di partito: l’amara verità dei debiti e delle deficienze di bilancio è quella che ho raccontato, se ne faccia una ragione”.

Massimo Iotti, candidato Pd al Consiglio comunale, replica così all’esponente del partito di Berlusconi, autore di una dichiarazione “scomposta e negazionista”.

“Se il problema di Armellini e soci è salvare la faccia, quello dei parmigiani è ben più pressante: salvare il portafoglio – continua Iotti –. Per colpa anche del Pdl, saranno proprio i parmigiani (e non Armellini) ad essere costretti a pagare un salasso di Imu e di tasse locali per salvare il Comune dal dissesto finanziario. Un fatto che non invento io, ma che ha chiaramente descritto il commissario Ciclosi – conclude Iotti –. Armellini, Buzzi, Broglia e tutti gli altri rileggano le misure del loro scempio: dopo la “cura Pdl” abbiamo 460 milioni di debiti bancari, cui sommare 93,2 milioni di debiti accumulati dalle società partecipate coi loro fornitori, 96,7 milioni di debiti di altra natura (principalmente pendenze contributive) e 56 milioni di debiti fuori bilancio. Riuscire a negare tutto per farla franca, stavolta, caro Armellini, vi sarà impossibile”.

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento