Nasce in Emilia il partito dei sindaci di Pizzarotti

'Italia in Comune' è il nome del nuovo progetto politico del sindaco di Parma: ieri la riunione a porte chiuse a Bologna, il 24 e 25 marzo a Roma appuntamento pe l'approvazione dello statuto e della carta dei valori: "Dai segretari di Pd e Lega dichiarazioni scomposte, abbiamo colto nel segno"

Il battesimo è avvenuto a Bologna, ieri pomeriggio 18 marzo durante una riunione a porte chiuse. Il nuovo partito dei sindaci di Federiico Pizzarotti ha ora le gambe anche in Emilia-Romagna. Il primo cittadino ha condiviso il suo entusiasmo sui social network, dopo l'incontro che ha sancito la nascita del partito a livello regionale. Per l'ufficializzazione nazionale si dovrà aspettare qualche giorno: il 24 ed il 25 marzo infatti è in programma a Roma un incontro durante il quale verranno approvati lo statuto e la carta dei valori, oltre ai requisiiti di candidabilità. Pizzarotti, finito al centro delle polemiche incrociate tra Pd e Lega e all'interno dello stesso partito di Bonaccini, che ha espresso apprezzamento per il lavoro del primo cittadino di Parma, è uno dei due coordinatori nazionali. All'incontro di Bologna erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Comacchio Marco Fabbri, Maurizio Mazzanti di Budrio, Fabrizio Toselli di Cento e altri venti amministratori in Emilia-Romagna. 

"Oggi in Emilia Romagna -scrive Pizzarotti su Facebook-  è nato ufficialmente il partito dei sindaci. Italia in Comune, che è nella sua fase costituente nazionale, si consolida anche nella nostra regione. A Bologna mi sono incontrato con i sindaci di Budrio, Comacchio e Cento, più altri 20 amministratori locali. Gli obiettivi sono principalmente due: darsi una struttura e una organizzazione politica regionale facendo squadra con i sindaci civici dei territori, crescere in Emilia Romagna proponendo una politica trasversale ai diversi bisogni e alle aspettative dei cittadini. La nostra è una visione totalmente indipendente e autonoma rispetto alla politica attuale: ragioniamo sugli obiettivi da raggiungere e sui programmi da costruire, e lo vogliamo fare insieme alle forze civiche che ci stanno. Siamo sindaci, a noi interessa dare risposte concrete e reali alle richieste dei cittadini emiliano-romagnoli, in un periodo in cui è forte il bisogno di una politica credibile, solida e innovativa: lo facciamo unendo le varie esperienza civiche che in Emilia Romagna si sono dimostrate vincenti e al servizio delle città. Leggo dichiarazioni scomposte da parte di segretari di Lega e PD, evidentemente il nostro progetto sta cogliendo nel segno. Avanti sempre! #ItaliaInComune"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento