rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Politica

Lavagetto (Pd): “Alzare gradualmente la soglia dell’addizionale Irpef e ridurre la pressione fiscale”

Il capogruppo: “Serve un segnale concreto di attenzione ai cittadini, da parte del Comune”

“Dopo anni di sacrifici, chiesti ai cittadini per sanare il debito, dobbiamo iniziare a restituire equità e ridurre almeno la pressione fiscale sulle fasce più deboli, ad esempio consolidando l’aumento della soglia dell’addizionale Irpef”. A chiederlo è Lorenzo Lavagetto, capogruppo in consiglio comunale del Partito democratico.

Negli ultimi anni, finalmente, il Comune ha ottenuto risultati incoraggianti nella lotta all’evasione e ciò consentirà di introdurre una stagione di maggiore equità contando su nuove risorse. “Abbassare le tasse comunali è una proposta che, come PD insieme ai gruppi consiliari di minoranza, abbiamo avanzato ripetutamente negli ultimi anni. Le nostre richieste di aumentare la soglia dell’addizionale Irpef sono però rimaste inascoltate fino a quando recentemente, grazie ai fondi stanziati dal Governo, Parma è riuscita a innalzare la soglia dell’esenzione da 10 a 12mila euro - precisa Lorenzo Lavagetto - ma dobbiamo assicurarci che l’amministrazione prosegua su questa strada: il risultato va consolidato, mantenendo la soglia dei 12mil euro, e, possibilmente, innalzandola gradualmente in futuro”.

“Certo - sottolinea - la trattenuta è dello 0,80 sul reddito, ma la riduzione delle imposte sui redditi più bassi sarebbe un segnale concreto di attenzione da parte del Comune, un segno dell’avvio di una nuova stagione politica, nella quale l’attenzione per la città si traduce in atteggiamenti concreti e condivisi delle priorità di intervento”.

Accanto ai provvedimenti per l’addizionale Irpef, per Lorenzo Lavagetto sono comunque necessari altri interventi, per le fasce di reddito più deboli ma non solo: “Ho depositato con tutti i gruppi consiliari di minoranza due mozioni volte a tamponare l’emergenza da caro bollette, mediante l’eliminazione della prima rata della Tari per cittadini con basse soglie reddituali e per le associazioni. Stessa misura vorremmo applicata alle piccole e medie imprese, cuore della produttività locale. Ricordo che durante la pandemia proponemmo l'esenzione temporanea dall'imposta sul suolo pubblico”. 

“L’inflazione e il costo della vita, nella nostra città, sono elevati, la crisi internazionale pesa moltissimo in particolare sulle bollette. La prossima amministrazione comunale deve porsi obiettivi ambiziosi. Il cambiamento si fa così".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavagetto (Pd): “Alzare gradualmente la soglia dell’addizionale Irpef e ridurre la pressione fiscale”

ParmaToday è in caricamento