menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primarie parlamentari del Pd: le proposte di Mara Morini

Diritti civili, cultura ricerca e Università ma anche ecologia e internazionalizzazione. Ecco le proposte della candidata che attualmente è consigliere comunale a Tizzano Val Parma

Ecco le proposte di Mara Morini, consigliere comunale del Pd a Tizzano Val Parma e candidata alle Primarie parlamentari del Pd del 30 dicembre.

Ridare dignità alla Politica. L’astensionismo elettorale, diffusi sentimenti antipolitici e antipartitici stanno minacciando la qualità della nostra democrazia. Occorre riformare il nostro assetto istituzionale (dalla struttura, regolamento, numero dei parlamentari, sistema elettorale, costi della politica, produzione legislativa e formazione dell’agenda politica, all’abolizione vitalizi, etc…) per mandare un messaggio inequivocabile ai nostri elettori. La fiducia si riconquista con il buon esempio, fatti concreti che dimostrino la capacità e la volontà di rinnovamento nel modo di concepire e fare politica

Estensione dei diritti civili. Oltre alla tutela dei diritti acquisiti, è ormai ineludibile la questione dell’estensione dei diritti alle categorie che ne sono prive. Garantire uguaglianza ed equità significa affrontare la situazione dei “nuovi poveri”, i giovani precari nei vari settori, con interventi ormai consolidati anche in Europa (reddito minimo, sussidio, uguaglianza di opportunità) e continuare a promuovere la parità di genere nel rispetto delle differenze.

Cultura, ricerca, università. Ribaltare la convinzione che la cultura non offre possibilità di guadagno. Fare cultura significa allargare le prospettive e creare una forma mentis che sia capace di andare oltre gli stereotipi che hanno limitato il raggio d’azione della politica. Promuovere la Governance culturale significa investire nel futuro dei giovani, nel progresso culturale, civile e sociale di un paese. Investire nella ricerca e nell’innovazione tecnologica, coinvolgendo stakeholders, istituzioni e attori privati, aprendosi e creando iniziative e opportunità nel territorio. Garantire il diritto allo studio, favorire la capacità di attrarre studenti e ricercatori stranieri, risorse (pubbliche e private) per l’università, ricerca e immissione in ruolo dei precari meritevoli.

Un nuovo patto ecologico. Il Manifesto per un’Europa efficiente nell’uso delle risorse e nella strategia di rilancio economico 2020 indica le modalità e gli obiettivi che i singoli paesi nazionali devono implementare per introdurre un modello di sostenibilità che consenta di creare opportunità di lavoro, impostare politiche industriali, sostenere l’innovazione tecnologica, la qualità della vita e dei servizi, nonchè l’adozione di un piano energetico credibile ed affidabile. Lo sviluppo economico non può prescindere dall’ambiente, inteso come risorsa e investimento per il paese.

Internazionalizzazione, Parma e il suo territorio. Qualità della vita, Food Valley, arte, musica, cultura, imprese produttive e agricole locali e altro ancora costituiscono le nostre eccellenze in Italia e nel mondo. La progettazione europea, l’inserimento in un circuito internazionale può contribuire a colmare la scarsità di risorse a livello nazionale, creare sinergie tra la città e la sua provincia, determinando effetti positivi in termini di occupazione professionale, valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici, promozione del mondo agricolo e interventi mirati di marketing territoriale per il turismo.

 Enti locali. La ridotta possibilità di indebitamenti, i tagli ai trasferimenti statali, il patto di stabilità interno, i ritardi nei pagamenti alle imprese, le minori entrate tributarie dovute all’erosione della base imponibile, i dettami della spending review, hanno di fatto trasformato gli enti locali da soggetti per lo sviluppo del paese a oggetti in forte difficoltà. Introdurre subito i correttivi legislativi che consentano agli enti locali – quelli più vicini ai cittadini – di tornare ad essere volano dell’economia, modificando il patto di stabilità, liberando le risorse necessarie per mantenere i servizi ai cittadini e affrontare la seria problematica dello spopolamento della montagna.

 Meritocrazia e trasparenza. Un binomio indissolubile, capace di frenare e sanzionare qualsiasi deriva dalla legalità, generando un circolo virtuoso anziché vizioso attraverso il rispetto delle regole, una sana competizione con eguali possibilità di accesso e con meccanismi chiari di valutazione a tutti i livelli per selezionare persone adeguate agli incarichi: dal settore privato alla Pubblica amministrazione e, quanto mai necessario, nella politica italiana. La Politica intesa come servizio alla comunità e al suo territorio richiede una comunicazione costante, un “rendiconto” pubblico dell’attività svolta per essere democraticamente sottoposti a giudizio degli elettori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento