menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milleproroghe. Maestri: "Sovrintendenza, il personale non verrà trasferito"

Grande la soddisfazione della parlamentare democratica per il mantenimento in servizio del personale comandato presso la Soprintentenza per i beni architettonici e il paesaggio di Parma e Piacenza e per la proroga della "vita tecnica" dell'impianto funiviario di Corniglio

“Prendo atto con grandissima soddisfazione che il testo del decreto “Milleproroghe” pubblicato il 30 dicembre sulla Gazzetta Ufficiale contiene, all’articolo 1, la norma di cui mi ero già fatta promotrice con un emendamento alla Legge di Stabilità, che proroga di un anno la durata del distacco del personale di altre amministrazioni in servizio presso la Soprintendenza di Parma, in attesa della predisposizione di un piano di revisione dell'utilizzo di queste figure professionali divenute ormai fondamentali per il funzionamento stesso della Soprintendenza”.

“Il Governo ha dato quindi seguito con la massima tempestività all’impegno assunto con l’accoglimento dell’ordine del giorno che avevo presentato insieme alla collega di Piacenza Paola De Micheli,” - ha spiegato la Maestri - “scongiurando il rischio che la Soprintendenza si trovasse di fatto senza il personale necessario per svolgere l’importante funzione di tutela del patrimonio architettonico e paesaggistico del nostro territorio”. “Inoltre, come già annunciato dal Presidente della Provincia, Vincenzo Bernazzoli, l’articolo 4 dello stesso decreto “Milleproroghe” consente, fatte le necessarie verifiche di funzionamento e sicurezza degli impianti, di allungare fino al 30 giugno 2014 la vita dell’impianto funiviario di Lagdei, in attesa che venga ridefinita la normativa di settore. Anche in questo caso si tratta di una norma importantissima per la nostra montagna e per il turismo, norma che avevo sollecitato nelle scorse settimane con una lettera personale al Vice Ministro alle Infrastrutture, Vincenzo De Luca, insieme al Sen. Giorgio Pagliari”.

“Il decreto, già battezzato dalla Lega e dal Movimento 5 Stelle come “una schifezza”, contiene al contrario norme fondamentali per il nostro territorio e per il Paese; spero” - ha concluso Patrizia Maestri - “che tutti i livelli istituzionali e tutte le forze politiche sostengano in questo l’azione del Governo rinunciando a priori ad inutili e faziose recriminazioni che, soprattutto in questa circostanza, rischiano di vanificare il prezioso lavoro di pressing degli ultimi mesi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia la zona rossa

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento