Movimento 5 Stelle: "La Regione Emilia-Romagna dia subito la deroga per riaprire il Punto Nascite di Borgotaro"

Nasce il 'Patto della Cicogna': 'Tutti i parlamentari del territorio si impegnino per riaprire i Punti Nascite"

I cittadini portavoce del Movimento 5 Stelle Camera e Senato Maria Edera Spadoni, Maria Laura Mantovani, Stefania Ascari, Davide Zanicheli, Gabriele Lanzi,  Vittorio Ferraresi hanno presentato una proposta che riguarda tutti i Punti Nascite chiusi recentemente, compreso quello di Borgotaro. "Punti Nascite di Borgotaro (Parma), Castelnovo né Monti (Reggio Emilia), Pavullo (Modena), vanno riaperti. Sono un servizio essenziale che non può essere chiuso per meri motivi ‘economici’. Uno Stato che elimina servizi, piegandosi a mere scelte economicistiche, non è uno Stato che fa il suo dovere fino in fondo. Per far questo i parlamentari del Movimento 5 Stelle dei corrispettivi collegi territoriali di Reggio Emilia, Parma, Modena lanciano quello che è stato rinominato “Il Patto della Cicogna”. Ogni parlamentare di qualsiasi forza politica, espressione dei territori interessati ai punti nascite di Borgotaro, Castelnovo né Monti, Pavullo,  si impegnerà in Parlamento e presso le altre istituzioni interessate, in maniera unitaria e propositiva per trovare soluzioni per riaprire i Punti Nascite in queste zone dell’Appennino Emiliano. Come primo passo i parlamentari del Movimento 5 Stelle lanciano una proposta alla Regione Emilia-Romagna: dia subito la deroga per riaprire i punti nascite di Castelnovo né Monti, Pavullo e Borgotaro. Sarebbe il primo passo per riattivare un servizio fondamentale per decine di migliaia di persone delle zone montane". 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento