menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Squadra Speciale della Municipale, Pellacini critica l'Amministrazione

La nota del consigliere Giuseppe Pellacini

Il consigliere Pellacini interviene rispetto alla questione degli interventi della Squadra Speciale della Polizia Municipale. Ecco la sua opinione. 

NOTA DEL CONSIGLIERE PELLACINI - "Chi pensava che alcuni problemi di sicurezza potessero essere risolti con “soli” quattro anni di ritardo si sbagliava di grosso. Inizia così una nota del consigliere Giuseppe Pellacini. "Mi riferisco alla task force “del rudo” che ha preso servizio nei giorni scorsi ed è stata impiegata per scovare i criminali della spazzatura, come si legge dai giornali e dal sito ufficiale del Comune. Non me ne vogliano i volontari a cui va il mio ringraziamento e di tutta la città, è chiaro che le critiche vanno al Sindaco e all’Assessore alla Sicurezza. Speravo avessero capito e seguito i consigli che dò loro da tempo ma così non è stato: servono più controlli, pattuglie in borghese. Fino a ieri il Comune diceva che non era possibile, oggi in campagna elettorale ecco che si può fare tutto.

Probabilmente nei prossimi giorni verranno “arrestate” vecchiette che non riescono a esporre i rifiuti in modo corretto o coloro che magari, lavorando in fabbrica, non sono ligi agli orari di esposizione dei “sacri” sacchetti dei rifiuti. Liberi invece malintenzionati, ladri e spacciatori. Forse che l’intelligence parmigiana parta dal contenuto dei sacchetti della spazzatura per arrivare a sventare casi di sicurezza internazionale?

Chiarisco subito che gli agenti di polizia municipale non hanno colpe - a loro va il nostro ringraziamento come comunità per l’impegno - ricevono ordini da Amministratori che non sanno assolutamente cosa fare e, evidentemente, non conoscono la realtà dei fatti. Si va solo alla ricerca del consenso in campagna elettorale. La task force anti degrado si deve occupare di controlli in strada, micro-criminalità, problemi di ordine pubblico, scippi e sicurezza in generale non dei “sacri” sacchetti. Non lo dico io, lo chiede la città, i cittadini, la gente da ormai troppo tempo. Avete dimenticato la fiaccolata di via Trento? Le proteste e le ronde del Pablo? Le proteste dell’Oltretorrente? Evidentemente sì o si sarebbe fatto qualcosa, subito.

Se ci fosse bisogno di spunti segnalerei fin da subito il via vai di spacciatori in bicicletta in tutto l’Oltretorrente, soprattutto in viale dei Mille già oggetto di un servizio giornalistico nazionale. I parcheggi dei supermercati sono presi di mira dai ladri, se non ve ne foste accorti, le auto vengono aperte per rubare portafogli. Al San Leonardo basta mettersi in mezzo alla strada per accorgersi di cosa sta accadendo, non servono chissà quali manovre di intelligence. Vi siete accorti delle bande di ragazzini in via Mazzini e galleria? La lista sarebbe lunga e non basterebbe una pagina di giornale. Per il 2017 non resta che fare un unico augurio: che questa Amministrazione vada archiviata il più velocemente possibile e che non rimanga nessun ricordo del totale disinteresse e della “distruzione” di questi cinque anni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma aumentano i casi: 124 e un decesso

  • Cronaca

    Parma torna in zona gialla: cosa cambia

  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento