rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

Nicola Dall'Olio: "Ora un forte cambiamento della giunta sulle politiche ambientali"

Intervista al candidato dell'Alleanza Verdi e Sinistra che ha ottenuto più di 7 mila preferenze alle Europee, nel comune di Parma la lista ha sfiorato il 10%

Nicola Dall'Olio, candidato per l'Alleanza Verdi e Sinistra alle Europee ha ottenuto 7.102 preferenze, di cui 2.500 nel solo comune di Parma. Nella circoscrizione Nord-Est, che comprende anche Parma e l'Emilia-Romagna è il quinto della sua lista. Un risultato non sufficiente per essere eletto al Parlamento Europeo. Per la circoscrizione passerà invece Cristina Guarda, che ha ottenuto 32.500 preferenze.

L'Alleanza esprimerà comunque sei europarlamentari. Nel comune di Parma la compagine che tiene insieme l'anima ambientalista e quella a sinistra del Pd ha ottenuto un risultato molto significativo, poco meno del 10% (9.52%). 

Che significato può assumere, per il comune di Parma, il 9.52% di voti ottenuti dall'Alleanza Verdi e Sinistra? 

"Nel comune di Parma siamo vicini al 10%, la terza forza politica in città. E' un dato che non può essere ignorato dall'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Michele Guerra. Sarà necessario tenerne conto: un 10% di cittadini che chiede una rappresentanza a chi, in questo momento, non è tra le file della maggioranza. Nella seconda parte del mandato la giunta dovrà dar vita ad un cambio di rotta sui temi delle politiche ambientali: una riflessione, in primo luogo, sui temi della via Emilia bis - una priorità per l'Amministrazione comunale ma che a mio avviso dovrebbe essere una delle ultime cose da affrontare - sul nuovo stadio e sull'aeroporto. Chiediamo un forte cambiamento, per rispondere ad una domanda che è stata espressa dai cittadini tramite il voto". 

Il Comune è inserito nel percorso per trasformare Parma in una città Carbon Neutral entro il 2030...

"Si, ma di politiche ambientali concrete se ne vedono poche. Iniziamo a ricoprire Parma con il fotovoltaico: per esempio tappezziamo tutti i parcheggi, ad iniziare da quello delle Fiere. E' necessario poi verificare come procedono i lavori relativi al raddoppio della Pontremolese.

I problemi dei convogli riguardano la linea Parma-Suzzara, che è di fatto la prosecuzione verso Verona della pontremolese per l'asse ferroviaria Ti-Bre. È una linea per cui è in corso l'elettrificazione ma la consegna dei lavori è in ritardo e in Comune pare che non interessi a nessuno. Quando sarà elettrificata potranno essere sostituite le attuali vetuste ed inquinanti motrici a gasolio che impestano d'inverno con i loro scarichi tutta l'area di Via Alessandria (le tengono accese fin dall'alba per avere i motori caldi quando partono le prime corse)

E' necessario rifare il Piano urbano della mobilità sostenibile: ci sono molte tematiche che attendono di essere messe in campo. Tra queste non c'è la via Emilia bis" 

Anche a livello nazionale l'Alleanza Verdi e Sinistra ha ottenuto un risultato significativo..

"La sorpresa di queste elezioni Europee è stato proprio l'Alleanza Verdi e Sinistra, che ha raggiunto il 6.7% a livello nazionale. E' un ottimo risultato: la maggior parte degli studenti fuori sede ha votato per noi. L'Alleanza ha fatto registrare percentuali superiori al 10% nelle grandi città, a Parma poco inferiori a questa quota. E' la risposta agli attacchi sui temi ambientali ed ecologici. E' stata premiata la forza politica che lavora di più su queste tematiche. Dopo tanti anni eleggeremo degli eurodeputati di Europa Verde: in generale c'è stato un rafforzamento del campo del centrosinistra. A livello europeo la cosidetta 'ondata nera' non c'è stata, anche se ci sono dei dati preoccupanti che arrivano da alcuni Paesi centrali, come Germania e Francia. Negli equilibri del Parlamento Europee cambierà poco: i numeri della maggioranza rimangono solidi". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nicola Dall'Olio: "Ora un forte cambiamento della giunta sulle politiche ambientali"

ParmaToday è in caricamento