rotate-mobile
Politica

NoCargoParma: "La città non vuole l'aeroporto, promesse elettorali disattese"

Con un comunicato stampa, il comitato chiarisce la posizione rispetto al Verdi: "Ci aspettavamo altro"

"In campagna elettorale le promesse fatte ai cittadini dall’attuale amministrazione comunale sono state:  votare no alla variante urbanistica necessaria per allungare la pista, chiedere alla Regione Emilia Romagna di eliminare il finanziamento di 12 milioni promesso a Sogeap, stralciare dal Bilancio comunale i 2 milioni e 700mila euro impegnati per la viabilità alternativa che serve in caso di allungamento della pista. Data la serietà che ci contraddistingue non abbiamo “tirato” per la giacca nessuno, ma in un dibattito pubblico abbiamo fatto domande precise ed ottenuto altrettante precise risposte". Comincia così il comunicato diffuso dal Comitato NoCargoParma, che ha ribadito il suo malcontento rispetto alla questione dell'aeroporto di Parma, una questione che ha caratterizzato tutta la campagna elettorale. 

"Finita la campagna elettorale, il Consiglio Comunale ha l’onere di tradurre in fatti le promesse fatte ai cittadini, senza se e senza ma, e soprattutto senza che gli venga chiesto nuovamente…perché ha promesso e quindi ha dato la sua parola! All’ordine del giorno del Consiglio comunale c’erano le “variazioni di bilancio”. Ci saremmo, pertanto, aspettati che una di queste variazioni riguardasse proprio i 2 milioni e 700 mila per la viabilità alternativa che avevamo chiesto di stralciare, anche per dimostrare da subito la discontinuità tanto sbandierata con la vecchia amministrazione …. e invece no! Anzi, un Consigliere di minoranza di Europa Verde presenta un emendamento con questa richiesta, ma viene “bocciato” dal dirigente tecnico. E la maggioranza cosa fa? Ne presenta uno scritto in modo corretto per poter essere votato dal momento che dichiara di essere completamente d’accordo nella sostanza? No! Si trincera dietro la promessa (un’altra?) di discuterne (non si era già espresso chiaramente?) in una prossima occasione. Ebbene così non va! I cittadini di Parma hanno votato sulla base di programmi scritti e di impegni esplicitati in incontri pubblici. Spiace raccontare che il primo Consiglio Comunale della nuova Amministrazione è stato manchevole alla parola data. È andato nella direzione della continuità. E questo Parma non lo vuole".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

NoCargoParma: "La città non vuole l'aeroporto, promesse elettorali disattese"

ParmaToday è in caricamento