omicidio di san polo di torrile. assoluzione per l'assassino di filomena?

"No alla REMS di Mezzani..."

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Il gravissimo episodio di cronaca nera, avvenuto nel mese di agosto di quest’anno a San Polo di Torrile, finito con la perdita della vita di Filomena Cataldi, non ha finito di far soffrire famigliari, amici e un intera comunità. L’omicida che ha stroncato la vita di una giovane donna solare e innocente, sembra che sarà assolto per via di una grave patologia psichiatrica, e potrebbe finire la sua vita in una struttura REMS (Residenza per le misure di sicurezza). Senza voler entrare nel merito del giudizio dato, il gruppo AMO - COLORNO, spera che ove la condanna definitiva sia l’assoluzione, lo stesso non sia ubicato presso la REMS di Mezzani. Vista l’evidenzata pericolosità del soggetto e visti i regressi, non vorremmo ritrovarcelo per le strade del nostro territorio, come è già successo con molti ospiti della REMS di Mezzani, tra cui l’omicida Solomon Nyantakyi. Non sarebbe piacevole nemmeno per la famiglia di Filomena, venire a sapere di un eventuale sua fuga. Speriamo quindi che venga fatta la scelta più idonea ed adatta a gestire un soggetto di tale pericolosità. Il gruppo AMO - COLORNO

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento