rotate-mobile
Politica

Ospitalità ai migranti, insulti al sindaco di Felino

Elisa Leoni è stata offesa pubblicamente

Nei giorni scorsi la prefettura ha inviato ai sindaci del parmense una sollecitazione  per mettere a disposizione strutture temporanee che ospitino la quota di richiedenti asilo, secondo quelle che saranno le quote previste dal piano nazionale per gestire l’emergenza. Felino è tra quei paesi che fino ad ora non hanno ospitato nessun rifugiato. Il sindaco Elisa Leoni ha ritenuto opportuno convocare un’assemblea pubblica per capire come gestire una accoglienza che potrebbe essere imposta dalla prefettura con il sequestro di strutture pubbliche. Ma il profilo Facebook del sindaco è stato inondato di offese: “Meno male che mia madre non ha l’età per leggere le cose che sono state scritte sul mio profilo – dice a Tv Parma Leoni –. Sfido io a trovare un sindaco che volontariamente vada a chiedere al prefetto di ospitare gente sul territorio. Stiamo andando incontro a una richiesta che ci è stata fatta dal prefetto che sta diventando un obbligo. Andremo dal Prefetto lunedì e vedremo quale sarà la situazione. Se ci obbliga faremo la nostra parte in una situazione socio-sanitaria adeguata, sicura, sia per chi viene, sia nel rispetto dei miei cittadini ai quali tengo tanto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospitalità ai migranti, insulti al sindaco di Felino

ParmaToday è in caricamento