menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Pace fiscale: azzeramento cartelle dal 2000 al 2010 e rottamazione"

Cavandoli (Lega): “Interventi per dare respiro a famiglie e lavoratori"

“Finalmente la Pace Fiscale è diventata realtà e molti cittadini in difficoltà con il Fisco o con i contributi pensionistici potranno regolarizzare la loro posizione. Tra rottamazioni, azzeramenti e rateizzazioni delle cartelle esattoriali, persone e famiglie che si sono ritrovate schiacciate dal Fisco, potranno tornare a respirare”, spiega Laura Cavandoli, parlamentare parmigiana della Lega e segretaria della commissione Finanze della Camera dei Deputati.
“Nella legge fiscale e in quella di bilancio – aggiunge - è previsto l’azzeramento delle cartelle fino a mille euro emesse dal 2000 al 2010, la rottamazione "ter" dei debiti tributari senza interessi e sanzioni in rate da spalmare in 5 anni, il saldo e stralcio dei debiti dal 2000 al 2017 delle persone fisiche con un reddito ISEE familiare non superiore a 20.000 euro e la definizione delle liti tributarie pendenti con un versamento parametrato al grado di giudizio.”
“In pratica – continua la deputata leghista - con questi provvedimenti si vuole costruire un rapporto con il fisco diverso, senza vessazione per i cittadini, prevenendo i contenziosi e svuotando i Tribunali tributari. 

“Come avevamo promesso in campagna elettorale – aggiunge l’esponente del Carroccio - la Pace Fiscale, la Rottamazione "ter" e il c.d. Saldo e stralcio non sono un regalo agli evasori, ma strumenti per recuperare i contribuenti schiacciati dal peso dei debiti tributari che possono così rateizzare i loro debito in misura e in tempi sostenibili. In questo modo molti cittadini possono tornare a lavorare e a dichiarare i propri redditi senza temere l'immediato pignoramento da parte del fisco”.

“Inoltre si è semplificato al massimo le modalità per aderire a questi istituti, senza spese e senza doversi necessariamente recare negli uffici dell'agenzia delle entrate o degli agenti di riscossione. Per chi non l’avesse capito – conclude Laura Cavandoli - la Lega e il Governo non lavorano per le banche o per le burocrazie di Bruxelles, ma per i cittadini che faticano nella vita vera di tutti i giorni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma quasi 100 casi ma ci sono 7 decessi

  • Cronaca

    Vendeva cocaina in strada, arrestato nigeriano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento