rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

La discesa in campo dell'ex sindaco Pietro Vignali parte dall'Oltretorrente: "Pulizia, decoro e presidi nelle strade"

L'ex primo cittadino ha partecipato all'assemblea per la costituzione della nuova associazione di promozione sociale 'Rinasce l’Oltretorrente': "I temi urgenti sono la sicurezza, il degrado, il largo uso di alcolici a tutte le ore, del bivacco, dell’esistenza di attività come market etnici"

L'ex sindaco di Parma Pietro Vignali - indicato da molti come il possibile candidato per il centrodestra in vista delle elezioni comunali del 2022 - ha partecipato alla costituzione della nuova associazione di promozione sociale “Rinasce l’Oltretorrente”, nata giovedì sera presso la sede della Famija Pramzana, per volontà di un gruppo promotore di residenti e commercianti. 

“Molte idee - ha detto l'ex primo cittadino - possono essere messe in campo per questo quartiere presidi nelle strade e nelle piazze, eventi culturali diffusi e riqulificazioni restituiranno serenità, quindi pulizia, decoro e rilancio economico”. Insieme a Vignali anche Marina Ravanetti (già presidente per 10 anni del quartiere) e il presidente della Famija Pramzana Claudio Cavazzini che è stato anche in passato consigliere di quartiere.

L’assemblea ha approvato, oltre allo Statuto che circoscrive gli intenti dell’associazione un manifesto che contiene un primo elenco di proposte per il rilancio del quartiere e una forte denuncia dello stato in cui versano le strade, la vivibilità di cittadini e commercianti, la vita economica e di salute del quartiere.

"I temi urgenti - si legge in una nota - sono quelli della sicurezza, del degrado, della pulizia, del largo uso di alcolici a tutte le ore, del bivacco, dell’esistenza di attività come market etnici che sono luoghi di emarginazione per le frequentazioni moleste che generano profondo disagio ma anche numerosi negozi sfitti e la sempre minore presenza di realtà commerciali tipiche del territorio. Tra le proposte lo sviluppo di centri commerciali naturali con l’istituzione di un city manager, il presidio nelle strade (e non negli uffici) dei punti cruciali con nuclei dedicati alla sicurezza urbana e allo spaccio della polizia locale come polizia di prossimità e l’istituzione dei vigili di quartiere come era stato fatto dalla precedente amministrazione; ripensamento del sistema della raccolta differenziata, rilancio dell’artigianato locale, riqualificazioni e promozione di nuove attività commerciali come caffè letterari e botteghe storiche, eventi culturali diffusi, laboratori familiari, agevolazioni degli affitti per giovani coppie, incentivazione di nuove attività commerciali orientate alla promozione di prodotti locali e regolamentazione all’apertura di minimarket con limitazione sia di orari sia di categorie merceologiche. Indispensabile la collaborazione con scuole e università. Infine, un’attenzione particolare per il Parco Ducale". 

Dopo la firma dell’atto costitutivo, sono stati nominati gli organi sociali. L'assemblea ha individuato e nominato il proprio presidente nella figura del dottor Fertonani Affini Giuseppe, alla guida del direttivo. “Oltretorrente, anima della città, metta al centro la cura dei luoghi - ha detto Fertonani - solo così potremo avere nuovamente strade sicure e una qualità di vita soddisfacente”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La discesa in campo dell'ex sindaco Pietro Vignali parte dall'Oltretorrente: "Pulizia, decoro e presidi nelle strade"

ParmaToday è in caricamento