Pizzarotti: "Bene la Pontremolese, ora si parli dell'aeroporto e della fermata dell'Alta Velocità"

Il sindaco commenta l'inserimento dell'opera all'interno dell'elenco delle azioni strategiche del Governo

Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti commenta la notizia dell'inserimento della Pontremolese tra le opere prioritarie del Governo. Il primo cittadino si dichiara soddisfatto: "E' un'opera su cui ci battiamo da tempo: è stato ascoltato il territorio che da anni investe tempo e lavoro sul progetto". Ma ci sono altre opere che stanno a cuore al sindaco: dal progetto per l'aeroporto alla fermata dell'Alta Velocità. 

IL POST DI PIZZAROTTI - Sul piano delle opere da sbloccare per far ripartire l’Italia vedo già i partiti di maggioranza e opposizione che si scannano e recriminano opere da ultimare e non inserite all’interno del piano. Ma ci mancherebbe: l’Italia purtroppo è piena di opere incompiute, non è sufficiente un unico piano per ultimarle tutte.

È fondamentale che ciò che ha annunciato il governo Conte si attui davvero: per troppo tempo il Paese ha dimostrato di parlare tanto e di fare poco, perciò è essenziale che questo piano non rimanga soltanto sulla carta. Se l’Italia deve correre veloce, non lo faccia solo a parole. Attendiamo il governo alla prova dei fatti, gli annunci sono positivi ma non bastano.

Su Parma: sono soddisfatto che sia stata inserita la Pontremolese, un’opera su cui ci battiamo da tempo. È stato ascoltato il territorio che da anni investe tempo e lavoro sul progetto, strategico non solo per la città ma anche per il nord Italia. Doveva essere inserito nel piano e così è stato. 

Una volta completata la Pontremolese, Parma è dotata di sufficienti infrastrutture per crescere? No, siamo i primi a sostenerlo. Ci sono altri progetti fondamentali su cui stiamo lavorando, come lo sviluppo del nuovo aeroporto, la fermata Alta Velocità presso le Fiere, e altre infrastrutture stradali. Sono opere strategiche sia per noi che per l’Emilia. Sulla prima, l'aeroporto, stiamo lavorando assieme alla Regione, che ha posto la necessaria attenzione; sulla seconda, la fermata Alta Velocità, stiamo invece attendendo uno studio di fattibilità richiesto da noi al Ministero, che su nostro invito è stato ricevuto in Comune l’inverno scorso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In entrambe le operazioni Parma c’è e lavora come deve fare per portare a casa il risultato: con metodo e attraverso i giusti passaggi. Recriminare, come fanno i partiti di opposizione, che Parma sia stata dimenticata dal piano è semplicemente illogico. Piuttosto, e qui sono con loro, è fondamentale che la conferenza stampa di Conte non rimanga semplicemente un annuncio a reti unificate. Ora che è stato presentato il piano, il governo lo porti a compimento, senza se e senza ma. All’Italia non servono annunci ma fatti concreti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • "L'aeroporto Cargo a Parma? Un disastro ambientale annunciato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento