menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Comune di Parma

Il Comune di Parma

Il documento programmatico?: "L'opposizione era all'oscuro"

Nuovo passo falso della maggioranza: il capogruppo Bosi annuncia la consegna del programma elettorale ma la minoranza non è stata avvisata, proteste di Nicola Dall'Olio e di Ghiretti

Avevano promesso, dopo l'inciampo per la nomina del presidente del consiglio comunale Marco Vagnozzi, decisa senza consultare come da prassi la minoranza, che non avrebbero più ripetuto l'errore, ma anche il documento programmatico, cardine dell'attività amministrativa del sindaco Federico Pizzarotti, è stato depositato in Comune a Parma senza che nessuno dell'opposizione sia stato informato, nonostante negli stessi minuti fosse in corso una riunione dei capigruppo. La notizia è uscita quasi per caso ieri sera ad un dibattito pubblico su 'Il caso Parma. Analisi di un voto dirompente'.

Al momento di prendere la parola, il capigruppo in consiglio del Movimento 5 Stelle Marco Bosi ha svelato che nel pomeriggio era stato consegnato alla segreteria del Consiglio comunale "il documento che contiene il programma del nostro mandato elettorale". Immediata la replica del capogruppo consiliare Pd, Nicola Dall'Olio: "Abbiamo da poco terminato la conferenza dei capigruppo, perché non ce l'avete detto? La democrazia ha le sue regole, che vanno rispettate. Ci sono luoghi deputati all'esecuzione di determinati atti. Trovo questa vicenda grave". Sulla stessa linea Roberto Ghiretti, capogruppo di Parma Unita: "Va bene aiutare questi ragazzi, collaborare per il bene della città e sempre nel rispetto dei ruoli di maggioranza e opposizione. Quello che è successo oggi in conferenza dei capigruppo è un brutto segnale, cose che non devono più capitare".

LA NOTA DEL SINDACO PIZZAROTTI
"I capigruppo possono, e devono, essere sì informati sulle delibere approvate dalla Giunta, ma non c'é scritto da nessuna parte che debbano esserne informati preventivamente. Se così non fosse anche i consiglieri di minoranza, d'ora in poi, non potranno depositare alcun atto prima di un'eventuale comunicazione ai capigruppo". Così il sindaco di Parma Federico Pizzarotti replica ai consiglieri Nicola Dall'Olio (Pd) e Roberto Ghiretti (Parma Unita) sulla mancata consegna del documento programmatico cittadino. "Ciò che i consiglieri d'opposizione hanno messo a giudizio - commenta il primo cittadino 'grillino' - è la sostanza, e non la forma, del fatto compiuto: la mancata comunicazione, a loro dire, rappresenterebbe un cedimento delle regole democratiche. Ma è proprio sulla base di queste regole che noi rispondiamo ai colleghi consiglieri". Dopo aver citato gli articoli del regolamento del consiglio comunale, Pizzarotti aggiunge che "le linee programmatiche sono state depositate presso la segreteria generale rispettando i tempi previsti dalla legge".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento