menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le opposizioni in conferenza stampa dopo l'uscita dall'aula consigliare

Le opposizioni in conferenza stampa dopo l'uscita dall'aula consigliare

La protesta delle opposizioni - Dall'Olio: "Pizzarotti è indegno per governare la città"

Ghiretti: "La risposta ai dubbi sul Teatro Regio è stata stizzita nei toni e aggressiva nei contenuti, addirittura la dottoressa Meo ha minacciato querele nei miei confronti. C'è la responsabilità politica di aver agito con una supponenza e una arroganza politiva che fa impallidire le ultime dittature"

Dopo il voto che ha stabilito la bocciatura della mozione d'ordine presentata dalla consigliera Maria Teresa Guarnieri, con 14 voti a favore, 15 contrari e un astenuto tutti i consiglieri delle opposizioni hanno deciso di abbandonare l'aula in segno di protesta contro la decisione di Pizzarotti e della sua maggioranza di procedere compatti. Le opposizioni hanno denunciato l'impossibilità di parlare della questione Teatro Regio e nomine dei vertici.

"Il sindaco ha rilasciato numerose dichiarazioni -esordisce il capogruppo del Pd Nicola Dall'Olio- ed ha convocato conferenze stampa ma nè lui nè la maggioranza hanno ritenuto opportuno parlare di ciò che è successo in Consiglio Comunale. Ufficialmente il sindaco non ha mai informato il Consiglio su quanto è successo, non ha mai dato conto di che cosa accadde e perchè sono furono fatte queste scelte. 

Dopo quattro anni il sindaco non sa ancora fare distinzione tra le persone e il ruolo che rappresentano, mettere tutto in un confronto di rissa e non aver nessun rispetto del Consiglio comunale. Lo ritengo indegno di governare questa città perchè non è adatto a ricoprire quel ruolo. E' una persona che non è adatta a governare, sappiamo che è una persona attaccata alla propria poltrona che cerca solo la carriera personale, che dà patenti di buona o cattiva amministrazione quando fino a 4 anni fa era ad aggiustare dei computer. La città non ha bisogno di questo sindaco: oggi era un'opportunità per lui di far vedere che aveva capito, che è il sindaco di tutti. Non l'ha fatto perchè non è capace di farlo, è stato dato un segnale pessimo alla città stessa e a tutti i citttadini. 

"Credo sia doveroso - ha sottolineato Roberto Ghiretti- dare delle spiegazioni alla Magistratura, ai cittadini e al Consiglio Comunale. Concordo con Grillo quando dice che prima del giudizio della magistratura si può dare un giudizio politico. La risposta ai dubbi sul Teatro Regio è stata stizzita nei toni e aggressiva nei contenuti, addirittura la dottoressa Meo ha minacciato querele nei miei confronti. C'è la responsabilità politica di aver agito con una supponenza e una arroganza politiva che fa impallidire le ultime dittature rimaste e di cui oggi deve dar conto politicamente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 88 nuovi contagi e 4 decessi

  • Cronaca

    I parmigiani e il vaccino: aumentano gli scettici

  • Attualità

    Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento