Ponte Nord, l'assessore Alinovi: "Non è abitabile per legge"

Novità dal responsabile del settore urbanistico per la mega struttura al centro di polemiche dei residenti: la Galasso vieta di costruire superfici abitabili sopra corsi d'acqua. Iat presto in Piazza Garibaldi

L'assessore Alinovi con Pizzarotti

Sono tante le questioni affrontate questa mattina durante una conferenza stampa convocata in Comune da parte del sindaco di Parma Federico Pizzarotti. A cominciare da uno dei punti che più suscitarono polemiche dei residenti e dell'intera città. Una delle tante opere incompiute e giudicate da molti inutile, ma che colpisce per la sproporzione tra lo scopo e le modalità di realizzazione. Il Ponte Nord, ha annunciato il neo assessore all'Urbanistica Michele Alinovi non è abitabile. Lo dice la legge Galasso. Come già reso noto l'anno scorso il ponte si trova infatti sopra un corso d'acqua. Quindi niente uffici e negozi nella parte superiore, come la vecchia giunta aveva ipotizzato.

Novità sul fronte della programmazione turistica. Presto l'ufficio Iat di via Melloni traslocherà in Piazza Garibaldi. Una decisione, comunicata dall'assessore al Commercio e attività produttive Cristiano Casa in linea con quanto avviene giù in altre città. Sulla questione delle polemiche dei residenti in merito alla movida l'assessore ha parlato di "situazione problematica soprattutto per quella di via d'Azeglio". Le deleghe non ancora assengnate, quelle al sociale ed alla sicurezza che saranno in capo ad un solo assessore, per ora saranno mantenute dal sindaco Pizzarotti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

Torna su
ParmaToday è in caricamento