Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Pizzarotti: "Sindaco, ruolo essenziale ma spesso abbiamo troppe responsabilità"

Nella protesta di Roma erano presenti anche Fiazza e Fecci, due sindaci del parmense: "Sei avvisi di garanzia in nove anni, ma non sono mai andato a giudizio", dice Pizzarotti

"Sono sceso in piazza assieme a tutti i sindaci italiani dal diverso colore politico per difendere il nostro lavoro e, quindi, l'impegno e la passione che ogni giorno mettiamo al servizio delle nostre città". Così il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, su Facebook posta un lungo messaggio per documentare la protesta dei sindaci, a Roma. Con lui c'erano altri due sindaci parmensi, Fiazza e Fecci. "Siamo scesi in piazza per ricordare che il nostro ruolo è essenziale ma che, molto spesso, ci facciamo carico di qualsiasi tipo di responsabilità"

Poi un breve excursus della sua 'avventura giudiziaria', coni sei avvisi di garanzia ricevuti in nove anni: "Sono stato indagato per abuso d'ufficio, turbativa d'asta, disastro colposo, truffa ai danni dello Stato e alcuni altri reati. Mai una volta sono andato a giudizio, a dimostrazione della sempre piena correttezza del mio operato. Ma così è davvero difficile andare avanti: oggi per fare il sindaco ci vuole molto coraggio.

Faccio mie le parole del collega e amico sindaco Antonio Decaro, oggi anche lui in piazza: "Ho portato l’arma delitto, è una penna che ho conservato, come accade per i reperti. Con questa ogni giorno firmiamo decine di atti e corriamo dei rischi. La vorremmo consegnare simbolicamente a tutti i rappresentanti del Governo e del Parlamento perché capiscano che in quei secondi che precedono la firma di ogni atto, noi sindaci siamo divorati da un dubbio amletico: firmare o non firmare. Perché se firmi rischi di essere indagato per abuso d’ufficio. E se non firmi per omissione di atti d’ufficio”. Difendiamo il nostro lavoro per difendere impegno e passione che mettiamo al servizio delle nostre città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzarotti: "Sindaco, ruolo essenziale ma spesso abbiamo troppe responsabilità"

ParmaToday è in caricamento