prantera (forza civica): "reddito di cittadinanza a ex brigatisti? una follia!"

Con l'attuale norma anche ladri, pedofili e stupratori, oltre ad assassini e terroristi, percepiscono l'assegno da parte dello Stato.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

"Che il reddito di cittadinanza avrebbe creato disaccordi tra certe forze politiche non è certo una novità, ma che chi non la trova una soluzione convincente possa essere ancora più legittimato a storcere il naso a causa dei soggetti a cui viene assegnato, la dice lunga su quanto degradante e desolante sia diventata la nostra società. Infatti pare che l'ex brigatista Federica Saraceni percepisca la cifra di 600 euro al mese dal reddito di cittadinanza. Dare il reddito di cittadinanza ad una vera e propria criminale non è solo un grave oltraggio nei confronti dei famigliari di chi è stato vittima di tanta inaudita ed ingiustificata ferocia me è anche un grave insulto a tutti i contribuenti, perché chi onestamente paga le tasse non fa certo i salti di gioia sapendo che i propri sacrifici garantiscono anche il benessere di colei che in vita propria certamente bene non ha fatto. Con l'attuale norma anche ladri, pedofili e stupratori, oltre ad assassini e terroristi, percepiscono l'assegno da parte dello Stato. Un terrorista deve rispondere dei suoi delitti, che uno Stato gli debba riconoscenza è assurdo. L'attenzione deve esser rivolta ai familiari non ai carnefici, perchè uno Stato che trova i soldi per sostenere una terrorista condannata per omicidio che non ha ancora pagato il suo debito con la società e non si è ravveduta, e non sta neanche in carcere ma ben protetta a casa sua ai domiciliari, può solo essere definito indecente. Per questo non smetterò mai di fare appelli alle forze di centrodestra, affinché la smettano di litigare tra loro e si uniscano per ridare dignità al Paese, perché chi sta governando lo sta trasformando letteralmente nel paese dei balocchi." Così in una nota Alberto Prantera, associazione culturale Forza Civica.

Torna su
ParmaToday è in caricamento