Premio Sant'Ilario, Buzzi: "Presto la procedura di revoca a Calisto Tanzi"

Lo ha annunciato il vicesindaco nel Consiglio comunale di oggi rispondendo al consigliere del Pd, Giuseppe Massari, che chiedeva informazioni sui presupposti di revoca dell'onoreficenza cittadina

"Avvieremo la procedura di revoca del premio già dalla prossima conferenza dei capigruppo" - così, poche ore fa in Consiglio comunale, il vicesindaco Paolo Buzzi rispondendo alla domanda del consigliere del Pd, Giuseppe Massari, circa l'esistenza di presupposti per revocare il "Sant'Ilario" a Calisto Tanzi.

L'ex patron di Parmalat ricevette la "Medaglia d'oro" del premio Sant'Ilario nel 1988 dal sindaco Lauro Grossi. Dopo la revoca del 20 settembre scorso, da parte del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dell'onorificenza di Cavaliere del Lavoro per "indegnità a seguito delle vicende giudiziarie di bancarotta", ora Tanzi sarà privato anche del più alto riconoscimento della città ducale.

IL PREMIO SANT'ILARIO

Il premio Sant'Ilario, è un'onorificenza conferita dal Comune di Parma a coloro, persone, enti o organizzazioni, che con la propria attività, hanno in qualsiasi modo contribuito a rendere migliore la vita dei singoli e della comunità o ad elevare il prestigio della città, distinguendosi nel campo delle arti, delle scienze, dello sport, dell'industria o della solidarietà.

La consegna avviene presso Sala Consiliare del Municipio di Parma, il 13 gennaio, giorno di commemorazione del santo patrono della città, Sant'Ilario di Poitiers. I segni di benemerenza, possono essere: Medaglia d'oro, Attestato di civica benemerenza, Sigillo della città di Parma (solo per casi eccezionali).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La premiazione si svolge dal 1987, all'indomani del "Regolamento per la concessione delle civiche dichiarazioni di benemerenza" approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 1584/94 del 18 dicembre 1986[2] sotto la giunta comunale guidata da Lauro Grossi. Ogni anno vengono assegnati fino a un massimo di 5 medaglie d'oro e 7 attestati di benemerenza. I premiati e la qualità del premio sono scelti dalla giunta municipale d'intesa con i capigruppo consiliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un furgone e sbalzato contro una moto: ciclista 45enne gravissimo

  • A Parma il primo impianto dello stimolatore capace di interrompere i segnali di dolore al cervello

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • Diakhate, ma che combini? Denunciato per aggressione ad una ragazza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento