Primarie, i renziani annunciano banchetti. "Non sono autorizzati"

Bufera anche a Parma per le consultazioni di domenica 2 dicembre. I Comitati per Renzi annunciano per domani una serie di banchetti per le iscrizioni ma da via Treves i bersaniani chiariscono: "Le iscrizioni sono chiuse"

COMITATO PER BERSANI. LE ISCRIZIONI SONO CHIUSE. "In questo momento si stanno annunciando banchetti che permetterebbero l'iscrizione al ballottaggio di domenica 2 dicembre anche chi non ha votato per il primo turno. Ma questo è possibile solo in casi straordinari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

COMITATO PER RENZI: 'CI SI PUO' ISCRIVERE'. Il Comitato provinciale di Parma con Renzi informa che domani saranno presenti dei banchetti a Parma, per dare informazioni sulle modalità di richiesta di registrazione al secondo turno delle primarie del centrosinistra di domenica 2 dicembre, in via Mazzini dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, in Piazzale Lubiana dalle 9 alle 13 e al Barilla Center dalle 15-19.

La richiesta può essere altresì inviata direttamente all'indirizzo:  parma@primarieitaliabenecomune.it o al Fax della sede del Pd in via Treves: 0521 709488. Diversamente è possibile recarsi direttamente dalle 9 alle 12 e dalle 17 alle 19 presso la sede di via Treves per presentare la stessa richiesta di partecipazione al voto. Presentando domenica la risposta positiva del Comitato Provinciale del PD, presso il proprio seggio di riferimento, sarà infine possibile votare. A tutti i cittadini è ancora concesso di chiedere di essere registrati, almeno fino alle 20 di domani.

SOLIANI: "DEMOCRAZIA E' RISPETTO DELLE REGOLE'. "Le primarie sono il principale strumento democratico che abbiamo a disposizione nella fase convulsa che stiamo vivendo. Guai a rovinarle con la rimessa in discussione delle regole. Ora. In democrazia le regole sono il primo requisito. Così recita l'articolo 1 della Costituzione: 'La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione'.

Così è per le regole delle primarie. Accettate all'inizio da tutti, restano, piaccia o no, 'le regole', cioè 'le forme e i limiti'. Dovevano essere cambiate quando era ora. Come può stravolgerle, adesso, chi si candida a governate l'Italia e, dunque, a rispettare le regole condivise in Italia e in Europa?

Se non sei capace di regolare te stesso, come puoi pretendere di regolare gli altri? E' questione di democrazia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento