Rainieri: "No alla trasformazione della Chirurgia di Vaio in sede distaccata della clinica universitaria"

Il consigliere della Lega porta il tema in Regione: "Quali sono le reali ragioni di questa integrazione? Per incarichi procedere comunque con regolare concorso ospedaliero"

L'ipotesi di trasformare l'Unità operativa complessa di chirurgia generale dell'ospedale di Vaio (Parma) in una sede distaccata della chirurgia generale dell'Università degli studi di Parma è al centro di un'interrogazione di Fabio Rainieri della Lega nord, che chiede alla Giunta quali siano le ragioni di questa proposta e di scegliere il direttore del reparto tramite un regolare concorso ospedaliero.

L'annuncio sull'integrazione dei due reparti è avvenuto in occasione dell'incontro "L'Ospedale di Fidenza tra Territorio e Università", tenutosi al Teatro Magnani di Fidenza, ed è stato confermato anche sulla stampa. Proprio il direttore di Chirurgia dell'ospedale di Vaio, infatti, avrebbe dichiarato che "l'Unità operativa diventerà una struttura in tutto assimilabile alle cliniche universitarie di Parma, la cui direzione viene, da sempre e per legge, concordata tra il direttore generale dell'Azienda sanitaria e il magnifico rettore. Nessuno ha mai proposto o imposto concorsi ospedalieri ai clinici universitari, che hanno già un proprio complesso e non facile percorso professionale". A queste affermazioni il consigliere del Carroccio risponde che "da 14 anni la stessa Unità Operativa Complessa di Chirurgia generale è oggetto di una Convenzione tra l'ateneo e l'AUSL di Parma, in forza del quale si svolgono attività essenziali allo svolgimento delle funzioni istituzionali di didattica e di ricerca inerenti le attività della Facoltà universitaria di Medicina e Chirurgia nell'ambito di una direzione affidata a un clinico universitario, il cui incarico direttivo è stato però conferito, precedentemente la Convenzione, attraverso un regolare concorso ospedaliero". Secondo Rainieri, inoltre, questa Convenzione "consente già una forte integrazione con l'attività universitaria in quanto nel reparto di chirurgia generale di Fidenza si esercita l'attività teorico pratica rivolta agli studenti frequentanti i vari insegnamenti delle discipline chirurgiche e si garantiscono opportunità tecniche per il percorso formativo degli specializzandi in chirurgia generale." 

Per questo il Fabio Rainieri chiede alla Giunta quali siano "le reali ragioni per cui si vuole procedere a trasformare un reparto ospedaliero la cui attività è già strettamente integrata con quella dell'Università in una sede distaccata di clinica universitaria". Domanda, inoltre, "se ritenga che, per rispettare appieno i principi di imparzialità e trasparenza della pubblica amministrazione, sia opportuno affidare l'incarico di direzione della Chirurgia generale dell'Ospedale di Vaio attraverso l'espletamento di un regolare concorso ospedaliero, indipendentemente dall'attività universitaria che in esso si svolge e come avvenuto in passato."
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basket in lutto: muore la 18enne Alessia Zambrelli

  • Violenta una bimba di 8 anni nel suo negozio: arrestato commerciante 37enne

  • Terrore in A1, auto si schianta e si incendia vicino al treno deragliato: muore una 21enne parmense

  • Schianto mortale in A1: arrestato il pirata della strada che ha travolto l'auto dei quattro giovani

  • "Furti nel parmense: attenti alla banda di ladri che gira a bordo di una Giulietta"

  • "Addio Alessia, che tu ora possa trovare la serenità"

Torna su
ParmaToday è in caricamento