menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Referendum 12 - 13 giugno: rilascio dei certificati elettorali

Divieto per tutte le Amministrazioni Pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l'efficacia dell'assolvimento delle proprie funzioni

In occasione del referendum popolare per l’abrogazione di disposizioni di leggi statali, previsto per domenica 12 e lunedì 13 giugno, il Casellario Giudiziale di Parma garantirà il rilascio di certificati urgenti ad uso elettorale, con reperibilità di un proprio addetto nei seguenti orari:

 sabato 11 giugno dalle 8.30 alle 14.30 (telefono 0521031409, fax 0521031451); domenica 12 dalle 8.30 alle 14.30 (telefono 0521031409, fax 0521031451); domenica 12 dalle 13 alle 22; lunedì 13 dalle 9 alle 18 (telefono 0521031413, fax 0521031451).

GLI SPORTELLI DECENTRATI

Per il rilascio dei duplicati della tessera elettorale è possibile rivolgersi anche agli sportelli anagrafici decentrati di: via Leonardo da Vinci 32/a, via Marchesi 37/a, via Carmignani 9/a, via Verona 36/a, Quartiere Vigatto a Corcagnano, piazza Municipio.

Gli orari effettuati sono: da lunedì a venerdì dalle 8.15 alle 13.30, il giovedì anche dalle 14.30 alle 17.30, tranne che per la sede del quartiere Vigatto a Corcagnano che prevede un orario da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.30.

Gli sportelli decentrati in occasione dei referendum non effettueranno aperture straordinarie.

Inoltre, in vista del referendum la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha diramato una nota in data 13 maggio 2011 indirizzata ai Ministeri ed alle Amministrazioni Centrali dello Stato con la quale ha disposto  quanto segue:

“Si ricorda che il divieto a tutte le Amministrazioni Pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l’efficacia dell’assolvimento delle proprie funzioni proseguirà fino alla chiusura delle operazioni di voto relative ai referendum popolari del 12 e 13 giugno 2011.

Si invitano pertanto, tutte le Amministrazioni a sospendere, in tale periodo, ogni attività di comunicazione effettuata sui mezzi di comunicazione di massa, anche al fine di evitare eventuali richiami da parte dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM). Per tutte quelle attività di  comunicazione ritenute indispensabili e indifferibili per l’efficace svolgimento e per l’assolvimento delle proprie funzioni istituzionali, è necessario che le Amministrazioni richiedano un preventivo parere alla predetta Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Tali iniziative di comunicazione dovranno comunque essere effettuate in forma impersonale recando, esclusivamente, l’emblema della Repubblica oltre ad eventuali strumenti di comunicazione informativa (numero verde; sito internet; ecc) necessarie a veicolare l’iniziativa in oggetto. Le Amministrazioni che nel suindicato periodo intendano richiedere al Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria la messa in onda delle proprie iniziative di comunicazione a carattere pubblicitario sulle reti Rai (ai sensi del combinato disposto della Legge 7 giugno 200 n.150/art 3 del decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177, art 45, comma 2, lettera G) dovranno allegare il parere positivo espresso dall’AGCOM”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento