menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Referendum Costituzionale: costituito il Comitato di Parma per il No

Lunedì 22 febbraio, nella sala stampa del Comune di Parma, Maria Ricciardi Giannoni e Gabriella Manelli  hanno presentato il Comitato di Parma, per il No nel referendum Costituzionale e per l’Abrogazione della Legge Elettorale Italicum”

Lunedì 22 febbraio, nella sala stampa del Comune di Parma, Maria Ricciardi Giannoni e Gabriella Manelli  hanno  presentato il Comitato di Parma, per il No nel referendum Costituzionale e per l’Abrogazione della Legge Elettorale Italicum”
 
Nell’introduzione Maria Ricciardi, referente del Comitato stesso, ha sottolineato lo scopo che è quello di informare i cittadini sulle riforme costituzionali  e di organizzare la  campagna referendaria sui due fronti, contro il DDL costituzionale "Renzi-Boschi" e contro la legge elettorale Italicum.

Il primo appuntamento è per Venerdì 26 febbraio alle ore 17.30 nell'Aula Magna dell'Università di Parma, sede centrale (via dell’Università 12) dove si terrà una  conferenza-dibattito con la partecipazione del Prof. Giuseppe Ugo Rescigno, professore emerito di diritto costituzionale.

Inoltre dai primi di aprile inizieranno i banchetti per la raccolta delle firme sui due quesiti referendari per abrogazione parziale della legge 52/2015 (Italicum). Il primo quesito è sul voto bloccato ai capilista e le candidature plurime; il secondo è sul premio di maggioranza e il ballottaggio senza soglia. Sono i due meccanismi che stravolgono i principi costituzionali del voto libero e uguale e della rappresentanza democratica, il cui carattere fondante per la democrazia la Corte costituzionale aveva già sottolineato nella dichiarazione di illegittimità del Porcellum con la sentenza n. 1/2014.
 
Gabriella Manelli presidente provinciale ANPI ha ribadito l'adesione convinta dell'ANPI nazionale a questa battaglia e ha sottolineato l'invito del Presidente Nazionale Prof. Smuraglia a tutte le sezioni affinché si mobilitino. L’ANPI aderisce alla iniziativa referendaria in stretta coerenza con la linea seguita per due anni sul tema della riforma del Senato e sulla legge elettorale, qualificata fin dalla prima manifestazione, al Teatro Eliseo di Roma come “una questione di democrazia”.

L'obiettivo dell'ANPI è l’intransigente difesa della Costituzione da ogni “stravolgimento” che rimetta in discussione le linee portanti (anche della seconda parte) ed i valori di fondo. La Riforma del Senato e la legge elettorale, così come approvate dal Parlamento, rappresentano un vulnus al sistema democratico ed ai diritti dei cittadini, in sostanza una riduzione degli spazi di democrazia;
 
Al Comitato al momento aderiscono : ANPI,  ANPPIA, Azione Civile, Associazione Mazziniana Italiana, Altra Emilia Romagna, Amici Beppe Grillo, CIAC, Comitato antifascista antimperialista e per la memoria storica,Commissione Audit,  FIOM CGIL,  Giuristi Democratici, Liberacittadinanza, Libertà e giustizia, M5S, PDCI, Possibile,  Popolo Viola, PLI, Ross@parma, Rifondazione,SEL oltre a tantissimi singoli cittadini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

  • Cronaca

    Vaccinazioni per gli over 80: lunedì tra disagi e ritardi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento