Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Sanità pubblica, Castaldini: "A Parma buco di quasi 80 milioni di euro"

La consigliera regionale di Forza Italia parla di "conti in rosso per la nostra sanità pubblica, nei bilanci di previsione 2024"

Messi a posto i bilanci delle Ausl emiliano-romagnole per l'anno scorso, il 'buco' si riapre nei conti di quest'anno. A rilanciare l'allarme è la consigliera regionale di Forza Italia, Valentina Castaldini, che parla di "conti in rosso per la nostra sanità pubblica, nei bilanci di previsione 2024". Un debito che supera i 773 milioni di euro, fa sapere l'azzurra. Un "disavanzo importante", lo definisce Castaldini, che "anche quest'anno" pesa sulla sanità della Regione Emilia-Romagna. I bilanci preventivi 2024 dovrebbero essere approvati nei prossimi giorni dalle rispettive Conferenze territoriali socio-sanitarie. "Si tratta di una situazione preoccupante- afferma la consigliera Fi- nonostante le maggiori risorse che il Governo ha investito nel fondo sanitario nazionale e per il recupero delle liste d'attesa, la gestione regionale non smette di registrare perdite". I bilanci, sottolinea Castaldini, "dovrebbero essere presentati entro il 31 dicembre di ogni anno. Ma ci ritroviamo oggi a conoscere la situazione della sanità emiliano-romagnola, senza poterne più discutere nelle sedi opportune, dato che dopo questa settimana le attività regionali saranno ferme per colpa delle dimissioni del presidente Stefano Bonaccini

Nel dettaglio, si parla di un buco da 79,5 milioni di euro per l'Ausl di Bologna, quasi 65,5 milioni per il Policlinico Sant'Orsola e oltre 6,2 milioni per il Rizzoli. Per quanto riguarda gli altri territori, a Modena il 'buco' è di 82,5 milioni per l'Ausl e 42,7 milioni per il Policlinico; a Ferrara 61,3 milioni per l'Ausl e 39,2 milioni per il Policlinico; a Imola 28,9 milioni per l'Ausl; in Romagna il rosso arriva a 173,5 milioni di euro; a Reggio Emilia il debito Ausl è di 60,5 milioni; a Parma il 'buco' è di 48,4 milioni per l'Ausl e 31 milioni per il Policlinico; a Piacenza l'Ausl ha un rosso di quasi 54 milioni.

Secondo la consigliera Fi, "l'impossibilità di discutere del bilancio regionale nei tempi e nelle sedi opportune rischia ancora una volta di ripercuotersi sui servizi che vengono erogati. E si traducono ancora una volta in impossibilità di accedere a prestazioni anche fondamentali. Questo metodo adottato ancora una volta dalla Giunta regionale, finalmente dimissionaria, sottolinea una fragilità che deve essere gestita con enorme rigore. Nel grande dibattito sulla sanità ci sono anche delle responsabilità regionali, per questo abbiamo sempre sostenuto la necessità di una riforma che riguardi l'organizzazione sanitaria e la nostra Regione". In altre parole, insiste Castaldini, "occorre iniziare un nuovo cammino, tutti insieme, un passo alla volta

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità pubblica, Castaldini: "A Parma buco di quasi 80 milioni di euro"
ParmaToday è in caricamento