Lunedì, 22 Luglio 2024
LA POLEMICA

Sicurezza, l'opposizione attacca: "La misura è colma"

Il Consigliere Comunale Pallini: "Parchi off limits, la violenza scorre anche nel centro storico. Il virus si sta pericolosamente diffondendo in tutta la città"

Due fatti di cronaca nel giro di due giorni si sono verificati presso il Parco Falcone Borsellino: il primo occorso a un sedicenne aggredito e buttato a terra da una baby gang, a cui sono stati rubati vestiti appena acquistati, comprese le scarpe. Nel pieno del giorno, alle 16:30 nonostante il Parco fosse abbastanza popolato. Il secondo, invece, nella notte successiva, sempre nelle vicinanze dell'area verde dove è scoppiata una furibonda rissa con botte, coltelli e due feriti finiti al Pronto Soccorso. "La misura è colma - spiega il presidente dell'Associazione I Nostri Borghi e Consiglilere Comunale Fabrizio Pallini -. Sono 25 anni che ci interessiamo di sicurezza e pur avendo vissuto momenti molto difficili nel passato, sinceramente non ricordiamo si sia mai arrivati a questi livelli di pericolosità e frequenza di atti criminosi. Non si ferma infatti l'ondata di microcriminalità che affligge Parma, già da ormai troppo tempo. È uno stillicidio continuo di efferatezze che sembra non fermarsi più, anche in zone ritenute sicure. I parchi della città stanno diventando zone “off limits” ,Giardino (Parco Ducale) compreso.

Stupisce la frequenza con cui questi fatti accadono. Non si era ancora spenta l'eco delle parole del padre amareggiato e sconvolto da quello che era successo al figlio al parco Falcone Borsellino, che già la cronaca testimoniava ancora una volta folle violenza nella stessa zona. La violenza scorre nel centro storico, ma non solo, come evidenziano i fatti. Il virus si sta pericolosamente diffondendo in tutta la città. Una città che sembra sempre più indifesa. Cosa aspettano, si domandano i cittadini, le autorità competenti sulla sicurezza, prefetto, questore e sindaco ad intervenire? Cosa aspettano a porre rimedi veri e concreti di prevenzione ? Cosa aspetta il Comitato Provinciale per la Sicurezza e l'Ordine Pubblico a mettere in atto strategie per fermare questi atti di sopraffazione e dilagare di violenza che sembra non arrestarsi più ? Qualcuno si dovrà assumere le responsabilità se prima o poi accadrà l'irreparabile. Abbiamo più volte chiesto alla autorità competenti un incontro sulla sicurezza con il contributo tutte le forze positive della città ,per analizzare e comprendere insieme cosa stia succedendo a Parma, per ora sempre negato. Non si può più far finta di niente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, l'opposizione attacca: "La misura è colma"
ParmaToday è in caricamento