Simonazzi indagato, Varesi: "Dal sindaco solo superficialità"

"Di sicuro avere omesso c'è stata da parte del sindaco molta leggerezza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

La nomina di Vincenzo Simonazzi ad assessore con una delega delicata come quella alle partecipate e la notizia di una a suo carico per gravi reati quali il favoreggiamento in evasione fiscale e la truffa ai danni dello Stato hanno recentemente riportato i riflettori sull'amministrazione parmigiana. Ancora una volta, infatti, l'improvvisazione e il dilettantismo di chi governa questa città hanno mostrato il loro volto peggiore. Non possono infatti esserci macchie nel curriculum di chi governa la cosa pubblica, e questa deve essere la minima e basilare delle referenze. E proprio per questo valgono assai poco le banali giustificazioni addotte dal Sindaco Pietro Vignali, secondo il quale queste riguardano la sfera privata e professionale

Viene da chiedersi se ancora una volta Vignali non sapeva o era a conoscenza ma ha fatto finta di nulla. Di sicuro avere omesso c'è stata da parte del sindaco molta leggerezza. Non pensi poi il Sindaco che il cambio di una parte della squadra di governo possa cambiare la valutazione degli esiti di un governo della città di cui e' direttamente responsabile, il nostro giudizio non cambia, così come non cambia la nostra ferma richiesta di dimissioni.

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento