menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimbo di 2 anni salvato al Maggiore: "Ecco come siamo riusciti ad estrarre il tagliaunghie"

Gian Luigi dè Angelis, direttore del reparto di Gatroenterologia ed endoscopia digestiva del dipartimento Materno infantile ci ha spiegato come è avvenuto l'intervento

Ha rischiato grosso ma alla fine è stato salvato, grazie alla professionalità e alla lucidità dell'equipè medica guidata da Gian Luigi dè Angelis. Il direttore del reparto di Gatroenterologia ed endoscopia digestiva del dipartimento Materno infantile ci ha spiegato come è riuscito, insieme alla sua equipè, composta dalle dottoresse Fornaroli e Bizzarri, a salvare il bambino di soli 22 mesi che l'altro giorno ha ingoiato un tagliaunghie di circa 5 centimetri. 

"L'intervento era necessario perchè il corpo estraneo era contundente: era metallico e aveva delle zone acuminate. Avrebbe potuto causare una performazione, nel caso avesse superato lo stomacco. In questi casi l'endoscopia viene utilizzata per evitare interventi chirurgici: aprire lo stomaco per far uscire l'oggetto avrebbe esposto il piccolo, che pesava 13 chili, a dei rischi maggiori".

"Questo tipo di interventi di endoscopia -prosegue dè Angelis- si realizzano in anestesia generale con il bambino intubato. Il paziente deve essere immobile e bisogna evitare di dare ulteriore fastidio alla via aerea. La parte più stretta dell'oggetto era verso il basso, noi l'abbiamo girata verso l'alto. C'era un foro: siamo riusciti a prenderla con le pinze a coda di topo e poi abbiamo incapsulato il tutto in una campana di silicone. Se avessimo tirato fuori il corpo estraneo senza ricoprirlo avremmo rischiato di causare delle lesioni. La prima cosa era far superare al corpo estraneo il confine tra stomaco e esofago: poi lo abbiamo tiraro fuori molto lentamente". L'intervento è durato circa un'ora: dopo 24 ore il bimbo è stato dimesso. Ora sta bene e potrà tornare alle sua vita di sempre. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento