Complesso sanitario di Vaio: i nuovi locali di Medicina Riabilitativa

Con un investimento di circa 135.000 euro, l’Azienda USL ha realizzato un intervento di ristrutturazione per ampliare gli spazi

Nuovi locali per l’Unità Operativa (U.O.) Medicina Riabilitativa del Distretto di Fidenza, con l’inaugurazione oggi della palestra.
Infatti, con un investimento di circa 135.000 euro, l’Azienda USL ha realizzato un intervento di ristrutturazione per ampliare gli spazi dedicati a questo Servizio che trova sistemazione nel complesso sanitario di Vaio nel corpo O e nel corpo L (piano terra), dove entrano in funzione la nuova palestra dedicata alla riabilitazione individuale e di gruppo, insieme ad un nuovo ambulatorio fisiatrico oltre alla segreteria organizzativa.

L’U.O. Medicina Riabilitativa Territoriale del Distretto di Fidenza è operativa, oltre che a Vaio, anche alla Casa della Salute di San Secondo. All’Unità Operativa, diretta da Marcella Ferrari, sono assegnati 3 medici fisiatri. L’attività riabilitativa a Vaio è coordinata da Monia Nilluti, è assicurata da 11 fisioterapisti che si occupano di riabilitazione per adulti, 4 terapiste che si occupano di riabilitazione infantile (queste ultime assicurano l'attività anche nella Casa della Salute di S. Secondo), e 1 logopedista (che svolge la propria attività anche per altri Servizi aziendali). A Vaio, l’équipe svolge attività ambulatoriale e domiciliare ed assicura consulenze e
prestazioni riabilitative ai pazienti in hospice. 

Nella Casa della Salute di San Secondo, il coordinamento del comparto riabilitativo è affidato a Giorgia Squeri, mentre l’attività fisiatrica dell’Ospedale di comunità è assicurata da Chiara Donetti. L’équipe è composta da 10 fisioterapisti che svolgono attività ambulatoriale per pazienti adulti, e attività di reparto per i pazienti ricoverati nell’Ospedale di comunità della Casa della Salute. L’équipe assicura anche prestazioni a domicilio. Nel dettaglio, l’U.O. di Medicina Riabilitativa garantisce visite fisiatriche
ambulatoriali e domiciliari per adulti e bambini, visite per valutazione e prescrizione di ausili ed ortesi, visite per gravi disabilità. Offre inoltre attività di riabilitazione ambulatoriale per adulti e bambini, anche con progetto individualizzato, attività di gruppo, valutazioni ambientali domiciliari, addestramento all'utilizzo di ausili. Vengono trattati pazienti con patologie ortopediche, neurologiche ed oncologiche. Anche per questo, l’équipe lavora in stretta collaborazione con medici specialisti, medici di famiglia e pediatri
di libera scelta, infermieri domiciliari, servizi sociali, centro disturbi cognitivi e scuole.

ALCUNI DATI DI ATTIVITA’ DELL’U.O.
Le prestazioni fisioterapiche, quindi attività ambulatoriale, domiciliare, in hospice e nel centro di cure intermedie di S. Secondo, erogate annualmente sono oltre 22.000, di cui circa 11.200 assicurate dai professionisti assegnati alla sede di Vaio. Le prestazioni rivolte a bambini e ragazzi, invece, in media per tutto il Servizio, sono circa 5.800. Sono oltre 700 le visite fisiatriche domiciliari e 4.600 circa quelle ambulatoriali.

COME SI ACCEDE ALLE PRESTAZIONI DELL’U.O.
Per le visite fisiatriche, occorre la richiesta del medico di famiglia o del pediatra di libera scelta o di un medico specialista di struttura pubblica e prenotazione al CUP, o al numero verde 800.629.444, o tramite fascicolo sanitario elettronico, o nelle farmacie  convenzionate. Agli interventi riabilitativi si accede con richiesta di un medico specialista di struttura pubblica e prenotazione alla segreteria organizzativa del Servizio di Medicina Riabilitativa Territoriale, nei nuovi locali del corpo L. La segreteria è
aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12, per prenotazioni di interventi riabilitativi, controlli fisiatrici e collaudi di ausili, anche telefonicamente al numero 0524.515396. Percorsi specifici sono dedicati alle persone residenti nel Distretto di Fidenza al
momento della dimissione dall’ospedale di Vaio e dall’Azienda Ospdaliero-Universitaria di Parma, con l’obiettivo di garantire una presa in carico tempestiva e quindi continuità assistenziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basket in lutto: muore la 18enne Alessia Zambrelli

  • Violenta una bimba di 8 anni nel suo negozio: arrestato commerciante 37enne

  • Terrore in A1, auto si schianta e si incendia vicino al treno deragliato: muore una 21enne parmense

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Schianto mortale in A1: arrestato il pirata della strada che ha travolto l'auto dei quattro giovani

  • "Addio Alessia, che tu ora possa trovare la serenità"

Torna su
ParmaToday è in caricamento