Dal Brasile a San Secondo in delegazione per imparare come funziona una Casa della Salute

Docenti universitari, medici e rappresentanti di istituzioni sanitarie brasiliane hanno visitato oggi la struttura e incontrato gli operatori, nell’ambito del progetto RER-SUS della Regione Emilia-Romagna

Una delegazione brasiliana di circa 30 persone tra docenti universitari, esperti di promozione della salute, medici e rappresentanti di istituzioni sanitarie federali hanno visitato oggi la Casa della Salute di San Secondo e incontrato medici e operatori sanitari.

Obiettivo, imparare come funzionano il modello sanitario della Casa della Salute e dell’ospedale di comunità per le cure intermedie al fine di poter trasferire con successo queste esperienze nel contesto brasiliano. E’ quanto prevede il progetto RER-SUS della Regione Emilia-Romagna (insieme ad altri numerosi partner) che oggi ha fatto ancora tappa a San Secondo dopo un precedente incontro preparatorio il 5 febbraio scorso.

Ad accogliere e accompagnare la delegazione brasiliana oggi erano presenti, oltre al direttore della struttura Paolo Bocchi e al rappresentante del nucleo dei medici di famiglia Paolo Rodelli, anche il direttore generale dell’Azienda Usl di Parma Elena Saccenti e il sindaco di San Secondo Antonio Dodi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Precipita da una ferrata: durante un'escursione: muore 33enne parmigiano

Torna su
ParmaToday è in caricamento