Il Servizio sanitario compie 40 anni

Taglio del nastro anche per la Casa della Salute per il Bambino e l’Adolescente dell’AUSL. La giornata si è chiusa con un bilancio di questi primi 40 anni di servizio sanitario nazionale tracciato dagli stessi operatori

Due tagli del nastro e una conferenza in Sala Congressi per celebrare i 40 anni della sanità pubblica e ribadire i principi di universalità e gratuità che l’hanno ispirata. A Parma  il compleanno della Sanità si è aperto con l’inaugurazione  della Casa della Salute per il Bambino e l’Adolescente di viale Fratti  e del Day Hospital oncologico al padiglione Cattani  del Maggiore. Due nuove strutture di cura, già operative,  che ogni giorno danno risposte alle richieste e alle aspettative di cura di centinaia di pazienti e di famiglie della nostra città. Insieme al personale medico e sanitario delle strutture di cura, il taglio del nastro si è svolto alla presenza del Sindaco di Parma Federico Pizzarotti, dell’Assessore regionale alle Politiche per la Salute Sergio  Venturi, del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, dei direttori generali delle Aziende sanitarie Elena Saccenti e Massimo Fabi e ai principali rappresentanti delle Associazioni economiche e di volontariato.  
  
Dopo l’inaugurazione, nell’aula congressi dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma,  si è tenuto il convegno/incontro dedicato al compleanno del Servizio sanitario pubblico e sono stati gli stessi operatori sanitari a raccontare le impressioni, le motivazioni e le sensazioni di una storia lunga 40 anni, che hanno contribuito a scrivere. L’iniziativa, moderata dalla giornalista Ilaria Notari, si è aperta con i saluti  di Nicoletta Paci, Assessora alla Sanità del Comune di Parma e di Stefania Conti, neo direttrice del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma. Dopo un video documentario le testimonianze in sala di Maria Majori pneumologa interventista dell’Ospedale di Parma, Paolo Ronchini medico di medicina generale, Tiziana Risolo coordinatrice infermieristica della Casa della Salute di Colorno e Aderville Cabassi, medico ricercatore universitario dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma che hanno raccontato  aspetti e peculiarità del sistema sanitario provinciale e le prossime sfide per il futuro.
La conferenza si è chiusa con un bilancio del servizio sanitario regionale da parte dell’Assessore Sergio  Venturi e del Presidente Stefano Bonaccini che hanno rimarcato gli investimenti fatti nelle Case della Salute e all’Ospedale Maggiore di Parma, dal nuovo padiglione Ala Sud alla riqualificazione del padiglione Ortopedie fino ai nuovi locali per la  Medicina Trasfusionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento