Salute

L’Associazione “Augusto per la Vita” dona 13.000 Euro per la ricerca all’Università di Parma

Il contributo a sostegno delle ricerche sul mesotelioma pleurico maligno e sui tumori polmonari coordinate da Pier Giorgio Petronini e Marcello Tiseo del Dipartimento di Medicina e Chirurgia

L’Associazione “Augusto per la Vita”, fondata in memoria di Augusto Daolio, cantante dei Nomadi scomparso nel 1992 per un tumore al polmone, ha destinato un contributo di euro 13.000 a sostegno delle ricerche sul mesotelioma pleurico maligno e sui tumori polmonari coordinate dai Prof. Pier Giorgio Petronini e Marcello Tiseo del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma, responsabili rispettivamente del Laboratorio di Oncologia Sperimentale e del Day Hospital Oncologico dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.

L’Associazione, che con il contributo assegnato quest’anno a Parma ha raggiunto in circa venti anni di attività il traguardo del milione di euro donati per la ricerca, formalizzerà la donazione a Novellara il giorno 17 febbraio 2019 durante il Concerto dei Nomadi in occasione del NOMADINCONTRO - PREMIO AUGUSTO DAOLIO.

L’Associazione “Augusto per la Vita”, fondata dalla compagna dell’artista Rosanna Fantuzzi, ha tra i suoi obiettivi principali quello di raccogliere fondi per incentivare e promuovere la ricerca sul cancro, con particolare riferimento ai tumori polmonari. Dal 2010 ad oggi l’Associazione ha sostenuto a Parma progetti di ricerca per un totale di 110.000 euro. Grazie a questi contributi sono state condotte ricerche di oncologia molecolare traslazionale che hanno portato alla messa a punto di nuove strategie terapeutiche, alla comprensione dei meccanismi di resistenza responsabili della mancata risposta alle terapie e all’individuazione di parametri o fattori predittivi di risposta alle terapie.

Augusto Daolio è nato a Novellara (Re) il 18 febbraio 1947. A sedici anni iniziò la sua avventura musicale con il complesso dei Nomadi, attività che fu per lui, fino agli ultimi momenti della sua vita, essenziale e per la quale il suo impegno fu totale. L’attività musicale di Augusto e del suo complesso, di cui era il leader carismatico, ha segnato un’epoca e per tanti giovani degli anni Sessanta e Settanta le loro canzoni furono una bandiera. La pittura, altro suo grande impegno artistico, non è mai stata un’attività subalterna a quella musicale ed era frutto delle sue capacità naturali ed istintive. Augusto Daolio muore il 7 ottobre 1992 per una forma di cancro ai polmoni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Associazione “Augusto per la Vita” dona 13.000 Euro per la ricerca all’Università di Parma

ParmaToday è in caricamento