Choc a Felino, uomo colpito da malattia invasiva del meningococco : ricoverato al Maggiore

L’uomo lavora al pub “Fox and the Goose”, è ricoverato al Maggiore, le sue condizioni di salute sono stabili. L’Ausl invita chi ha frequentato il locale dal 24 al 29 dicembre a presentarsi al Servizio Igiene e Sanità Pubblica domani o sabato

Un uomo di Felino è  risultato positivo al meningococco. Lavora al pub “Fox and the Goose” di Felino, attualmente ricoverato a Parma in Azienda Ospedaliero-Universitaria, le sue condizioni di salute sono stabili.

L’Azienda USL, dopo la segnalazione dei medici del Maggiore, ha da subito messo in atto la procedura prevista in casi come questo: informare i contatti del paziente e iniziare, in caso di necessità, la profilassi antibiotica.

Considerata la professione svolta dall’uomo, l’Azienda USL invita coloro che hanno frequentato il pub nei giorni dal 24 al 29 dicembre scorso a recarsi negli ambulatori del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica di Parma, in via Vasari o di Langhirano, alla Casa della Salute di via Roma, edificio C terzo piano, venerdì 4 gennaio dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17 e sabato 5 gennaio, dalle 9 alle 12 solo negli ambulatori di Parma. I sanitari potranno così valutare l’opportunità di iniziare la profilassi antibiotica e fornire ogni utile informazione. Perché la  terapia sia efficace è importante intervenire tempestivamente: per questo l’invito a presentarsi nei prossimi due giorni.

I sanitari dell’AUSL hanno già provveduto a prescrivere la terapia ai contatti più stretti, quindi ai familiari e conviventi dell’uomo.

Al momento si ritiene che queste azioni siano sufficienti per la tutela della salute pubblica.

Si parla di malattia invasiva da meningococco quando nell’organismo è presente il batterio del meningococco che può provocare una serie di infezioni quali ad esempio meningiti, otiti, polmoniti, ecc. Il batterio si trasmette da persona a persona per via respiratoria, attraverso le goccioline di saliva e le secrezioni nasali, che possono essere disperse con la tosse, con gli starnuti o mentre si parla. Affinché il contagio avvenga è, comunque, necessario essere a contatto stretto e prolungato con la persona infetta o trovarsi in ambienti molto affollati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nascondevano otto chili di cocaina in un garage del San Leonardo: arrestato un pizzaiolo ed il suo complice

  • Parmense flagellato dal maltempo: allagamenti, crolli e disagi per la neve

  • Esce di strada in via Emilia sotto la pioggia a dirotto: gravissimo al Maggiore

  • Caso Pesci, parlano i testimoni dell'accusa: "La ragazza stava malissimo, era piena di lividi ed abrasioni"

  • Blitz contro l'Ndrangheta nel parmense: sequestrati 9 milioni di euro di beni a due imprenditori

  • Flash mob musicale in Oncoematologia pediatrica: personale e pazienti si scatenano sulle note di Friends

Torna su
ParmaToday è in caricamento