Un regalo della Società dei Concerti all’Ospedale dei bambini divertimento in musica, alla scoperta dei fratelli Mozart

Nel cavedio della pediatria un pianoforte a mezzacoda che ha incuriosito i piccoli pazienti

Erano tutti seduti in prima fila, protetti dalla vetrata del cavedio, i giovani pazienti dell’Oncoematologia pediatrica diretta dalla dottoressa Patrizia Bertolini. E non hanno perso una battuta dello spettacolo che si è svolto questa mattina nel cavedio dell’Ospedale dei bambini di Parma. Sharon Tomberli e Massimo Boschi, accompagnati da Iulia Relinda Ratiu al pianoforte, un pianoforte vero a mezza coda, hanno raccontato loro in modo divertente e rocambolesco la vita e le avventure di due fratellini accomunati da cuore, passione e un talento innato: Wolfgang Amadeus Mozart e la sorella Maria Anna. Perché in realtà, in famiglia, i geni erano due.

Wolfgang Amadeus universalmente e indiscutibilmente riconosciuto come uno dei geni assoluti della musica. Il suo nome e le sue note echeggiano nelle orecchie di milioni di persone in tutto il mondo. E la sorella maggiore, Maria Anna, una guida, una compagna, una consigliera, un’amica… e forse anche l’autrice di alcune opere che le convenzioni della società borghese hanno preferito attribuire al fratello. Un destino di fama intramontabile per uno, di oblio per l’altra.

Una produzione di Kaos Teatri portata all’Ospedale dei bambini dalla Società dei Concerti di Parma in collaborazione con l’insegnante di educazione musicale Marzia Fusi della Scuola in Ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • VIRUS CINESE | CASO SOSPETTO A PARMA: donna al Maggiore

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Fontanellato, operaio investito da un muletto: 59enne gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento