menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una sanità più sicura comincia da noi: le iniziative in programma al Maggiore

Al via "Sicurinsieme", la campagna informativa promossa dalla Regione Emilia Romagna. 3 stand allestiti al Maggiore

Quando accedi a una prestazione, non dimenticare la tessera sanitaria e un documento d’identità. Comunica con precisione agli operatori le terapie che stai effettuando ed eventuali allergie di cui sei a conoscenza. Se ti viene chiesto di indossare il braccialetto identificativo, tienilo sempre addosso. Porta con te, se ti rechi in ospedale o in ambulatorio, la tua “storia” sanitaria: esami, documentazione, referti.Consigli pratici che possono migliorare ulteriormente cure e servizi, ridurre i rischicollegati all’assistenza e rafforzare il rapporto di fiducia tra pazienti e operatori.

Il servizio sanitario dell’Emilia-Romagna parla con i cittadini per illustrare alcune delle più frequenti e diffuse pratiche dedicate alla sicurezza delle cure. E lo fa con due iniziative: lanciando, per la prima volta, la campagna di informazione e sensibilizzazione “SICURINSIEME” e organizzando, in occasione della Giornata mondiale per la sicurezza dei pazienti, lunedì 17 settembre, il primo “Open safety day” nei principali presidi ospedalieri del territorio, con punti informativi dedicati e personale sanitario pronto a rispondere a dubbi e domande.

Per lunedì 17 settembre a Parma saranno organizzati tre stand informativi nei principali punti  di accesso dell'Ospedale Maggiore. Nella hall d'ingresso di Via Volturno e nell'atrio del Padiglione Centrale volontari delle Associazioni e professionisti dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria distribuiranno brochure informative e cartoline con i principali messaggi della campagna. Inoltre all'ingresso di via Gramsci gli addetti dell'Ufficio relazioni con il pubblico saranno a disposizione per i visitatori e i pazienti che accederanno al Maggiore dall'entrata storica. All'Ospedale di Parma la campagna e organizzata dalla struttura Governo Clinico, Gestione del Rischio, Qualità e URP, in collaborazione con il Comitato Consultivo Mistodell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.

“La Regione Emilia-Romagna- sottolinea l’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi- è impegnata da anni a promuovere la sicurezza delle cure e a prevenire, evitare o mitigare i potenziali eventi indesiderati, che sono sempre possibili nei percorsi assistenziali; tanto è vero che l’area Rischio clinico della commissione nazionale Salute è coordinata proprio dalla nostra Regione. Per questo- aggiunge l’assessore- tutte le strutture pubbliche e private che erogano prestazioni sanitarie devono possedere un’adeguata funzione di monitoraggio, prevenzione e gestione del rischio sanitario. Al tempo stesso- chiude Venturi- è importante coinvolgere i cittadini: il paziente può infatti ridurre notevolmente i rischi collegati all’assistenza, adottando alcuni semplici comportamenti. Essere informati è il primo passo per aiutare e farsi aiutare”.

La campagna: temi, linguaggio, obiettivi

Diversi i temi toccati dalla campagna di comunicazione: la possibilità, per i cittadini, di dare suggerimenti per il miglioramento della sicurezza, la collaborazione - necessaria - del paziente per una sua corretta identificazione, l’importanza di un’anamnesi accurata e completa, la corretta gestione dei farmaci. Il filo conduttore che lega i diversi aspetti è duplice: lacollaborazione e il rapporto di fiducia tra pazienti e operatori sanitari.

Per raggiungere più persone possibili, si utilizza un linguaggio semplice e diretto e diversi strumenti: poster e cartoline tematiche saranno distribuiti nei principali ospedali regionali, in particolare dove è più facile intercettare l’attenzione dei potenziali utenti, come sale d’aspetto degli ambulatori specialistici e dei Pronto soccorso, punti Cup, sportelli ritiro referti. In contemporanea parte anche una campagna per i social media, per arrivare su smartphone e tablet: uno spot video spiega alcune delle buone pratiche che, ogni giorno, sono adottate dai professionisti della sanità per tenere sempre alti i livelli di sicurezza delle cure. I contenuti saranno condivisi sul profilo Facebook e Youtube dellaRegione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento