menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

13 marzo: migrazioni, Thomas Leclerc presenta il progetto “HumaniSea Challenge”

Alle 14.30 nell’Aula della Bandiera della Sede centrale dell’Università di Parma. Iniziativa dello CSEIA dell’Ateneo

 Martedì 13 marzo alle 14.30, nella Sede centrale dell’Università di Parma (via Università 12, Aula della Bandiera, primo piano), Thomas Leclerc, Dottore di ricerca in Diritto internazionale alle Università di Bordeaux e Leida e Visiting researcher del Centro Studi in Affari Europei e Internazionali (CSEIA) dell'Università di Parma, presenterà il progetto HumaniSea Challenge, dedicato alle migrazioni. Al progetto, oltre a CSEIA, collaborano il Centre de Recherche et de Documentation Européennes et Internationales dell'Università di Bordeux e l'Institute of Air and Space Law dell'Università di Leida.

L'attività di ricerca di Thomas Leclerc si inserisce nell'ambito del progetto "Cittadinanza, immigrazione e sicurezza: una sfida europea" attivo allo CSEIA, ed è volta ad analizzare, attraverso un approccio interdisciplinare, alcuni degli aspetti più critici connessi agli attuali flussi migratori nel Mediterraneo. Due i moduli in cui si articola: una prima fase residenziale, allo CSEIA (da dicembre 2017 a marzo 2018), durante la quale Leclerc si occupa, in via principale, di approfondire le tematiche oggetto di indagine da un punto di vista scientifico-teorico, e una seconda fase sul campo, durante la quale intraprenderà una spedizione via mare nelle aree del Mediterraneo più interessate dai flussi migratori (aprile 2018-novembre 2018). Questa seconda fase del progetto sarà condotta con lo scopo di creare un laboratorio mobile per la discussione e il confronto con ricercatori universitari competenti in diverse discipline scientifiche e operatori che si occupano del fenomeno migratorio nel Mediterraneo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento