menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuove ricette per i bambini, l'assessora Seletti alla mensa di Giocampus

Abbiamo deciso come Amministrazione di organizzare questo test, chiedendo a Camst e Giocampus di poter sperimentare con loro le nostre ricette"

"Sta per iniziare un nuovo anno scolastico e oggi vengono testate due nuove ricette nella mensa di Giocampus - spiega l'assessora ad Educazione ed Inclusione Ines Seletti, presente al momento del pranzo. "Abbiamo deciso infatti come Amministrazione di organizzare questo test, chiedendo a Camst e Giocampus di poter sperimentare con loro le nostre ricette, per valutare, insieme agli addetti ai lavori e ad un gruppo di genitori, gli ingredienti e la preparazione dei due nuovi piatti e verificare il livello di gradimento da parte dei bambini".

Dalle cucine di Giocampus sono quindi uscite oggi due portate che i piccoli ospiti hanno potuto testare e valutare: un nuovo primo piatto mediterraneo con farfalle di pasta e pomodoro e un nuovo secondo (estremamente tradizionale per il nostro territorio) rappresentato dalla carciofa.

Ascoltando i bambini ed osservando i piatti vuoti anche dopo le richieste di bis si è intuito un ampio consenso nei confronti delle proposte, apprezzate anche dai genitori presenti che, compilando le schede di valutazione, hanno potuto suggerire alcune migliorie nella preparazione per rendere i cibi ancor più graditi ai piccoli.

"E' importante che i bambini stessi - continua l'assessora Seletti - siano chiamati a testare i piatti, insieme agli addetti ai lavori e ai genitori. La volontà è quella di educare il gusto dei più piccoli, oltre che promuovere uno stile di vita sano, che passa significativamente dall'alimentazione, senza dimenticare la soddisfazione del palato".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento