rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Scuola

Start up innovative: MAT3D tra i vincitori del bando regionale

Lo spin off dell’Università di Parma tra le 12 start up ammesse a finanziamento, su 91 partecipanti

 Lo spin off dell’Università di Parma MAT3D è tra i vincitori della terza “call” 2017 del bando regionale riservato alle Start up innovative. MAT3D è tra le 12 start up ammesse a finanziamento, su un totale di 91 partecipanti.

Spin-off inter-universitario cui oltre all’Università di Parma partecipa anche l’Università di Modena e Reggio Emilia, MAT3D nasce per valorizzare le attività di ricerca tecnologica condotte in ambito accademico; infatti sviluppa, produce e commercializza materiali polimerici innovativi per tecnologie di manifattura additiva (stampa 3D), inserendosi a pieno titolo nell’ambito delle tematiche di ricerca legate a Industria 4.0. Tra i soci fondatori la prof.ssa Federica Bondioli del Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma.

Con il progetto ammesso a finanziamento, “Materiali polimerici innovativi per la manifattura additiva di inserti per stampi destinati al settore meccanico”, che si inserisce nell’ambito della strategia regionale di specializzazione intelligente S3 “Meccatronica e Motoristica”, MAT3D vuole mettere a punto una serie di prodotti da utilizzare per la realizzazione, mediante stampa 3D, di inserti per stampaggio a iniezione di materiali termoplastici, in modo da sfruttare la versatilità della tecnologia di stampa 3D per abbattere i costi e i tempi di produzione.  Lo spin off sviluppa infatti nuove formulazioni foto-polimerizzabili per stereolitografia (SLA) e Digital Light Processing (DLP) modificate con diverse tipologie di nanoparticelle, in modo da ottenere le funzionalità desiderate

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Start up innovative: MAT3D tra i vincitori del bando regionale

ParmaToday è in caricamento