sicurezza. aimi (fi): “parma e provincia al decimo posto per qualità vita? c’è poco da esultare”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

"Le cronache recenti a Parma e provincia rendono conto di una sfilza di furti in abitazione e di episodi criminosi. A Felino, in pieno giorno, una donna è stata aggredita da un uomo, descritto “di colore”, e le è stato sottratto il cellulare. Solo l’intervento di un passante ha evitato il peggio. Insomma, quasi una contraddizione in termini se si guarda la classifica del Sole24 ore sulla qualità della vita che colloca la provincia di Parma in decima posizione. Ma c’è poco da esultare. Tra i tanti indicatori presi in considerazione, la sicurezza non è certo quello che consegna a Parma una medaglia da podio: solo 66esima la posizione, con un tasso di denunce ancora molto elevato e tanti furti in abitazione (444 ogni 100mila abitanti, 92esimo posto). E se resta encomiabile l’impegno dei cittadini che mettono in campo sistemi di controllo di vicinato, è altrettanto vero che serve un sforzo deciso delle Istituzioni per contrastare questi fenomeni che aumentano puntualmente in prossimità delle festività. Forza Italia e il centrodestra ha sempre messo la sicurezza al centro dell’agenda di governo a qualunque livello: è ora di prendere coscienza che nessuna città è ormai indenne da tali episodi e che le cosiddette “isole felici” non esistono più. La sottovalutazione della situazione, da parte delle sinistre al governo, continua ad essere il principale ostacolo alla risoluzione dei problemi, in territori tradizionalmente considerati immuni dalla criminalità comune o, peggio ancora, considerati fulgidi esempi di integrazione e accoglienza, quando i fatti invece consegnano una realtà del tutto diversa". Enrico Aimi, senatore e commissario provinciale Forza Italia Parma
Torna su
ParmaToday è in caricamento